“Attraverso la recitazione, mi piace entrare nell’anima di chi guarda”

0
288
Elena Russo - Foto di Vittorio Carfagna Elena Russo veste Gabriella Bolero, MakeUp Artist Fill Conte MKL, Assitente alle luci Simone Caperna, Assistente alle riprese Roberto Zangaro

“Attraverso la recitazione, mi piace entrare nell’anima di chi guarda”

Intervista ad Elena Russo, attrice napoletana trapiantata a Roma nel 1995. Ha mosso i suoi primi passi come conduttrice radio – televisiva per poi arrivare al suo amore di sempre: la recitazione.

Prossimamente la vedremo su canale 5 nella seconda stagione di “Furore – il vento della passione” nelle vesti di Sofia Fiore , domenica 18 febbraio in prima serata.

Definisci il tuo lavoro come un perenne “work in progress” perché?

Perché è sempre un evoluzione, una continua ricerca e questo credo che sia in generale nella vita. Ovviamente nel mio lavoro, ogni volta, è una scoperta anche con questi nuovi mezzi del web. Ormai stiamo imparando una nuova comunicazione.

Invece cosa ti piace del tuo lavoro e cosa non condividi?

Le attese sono molto lunghe e devo dire che la pazienza non è proprio una mia arte. Questo è il lato del mio lavoro, con il quale non vado molto d’accordo, comunque cerco di evolvermi ed imparare a sapere aspettare perché l’amore che ho per la recitazione e per ciò che interpreto è molto grande e mi piacerebbe entrare nell’anima di chi mi guarda.

Navigando sulla tua pagina facebook, possiamo notare alcune foto, alcuni scatti, dove sei raccolta in preghiera in chiesa, ma anche in casa con la semplice corona del rosario. Che cosa vuoi trasmettere a chi guarda queste foto?

Credo che tutti i social e soprattutto facebook, sono attimi di vita dove, non per forza io che faccio l’attrice devo mostrarmi sempre in posa, con trucco e parrucco perfetto, ma che possa anche mostrare attimi della mia vita quotidiana.

Io ho fede e credo molto, quando posso cerco di raccogliermi con me stessa e con Dio, ad esempio annualmente ho un appuntamento fisso con la processione in onore di Santa Rita, per me mostrare queste foto vuol dire condividere le mie emozioni con gli altri.