Marina: “La mia voce per il Festival dei Giovani e il mio volto per Santa Chiara”

0
1520
Marina: “La mia voce per il Festivale dei Giovani e il mio volto per Santa Chiara”

Marina: “La mia voce per il Festival dei Giovani e il mio volto per Santa Chiara”

Marina Murari, è una giovane e bellissima cantante ed attrice. Ha interpretato Santa Chiara nel musical “Chiara e Francesco” trasmesso su Rai Uno, insieme all’attore Massimiliano Varrese.

Canta sin da quando era piccola e il suo genere è la musica cristiana. E’ una cantante del genere lirico pop.

Nel 2009 esce il suo primo cd dal titolo “Lilium” e nel 2011 esce il suo primo disco ufficiale dal titolo “Lacrime di luce”.

La sua voce è conosciuta anche a Medjugorje perché spesso è una delle cantanti del Festival dei Giovani. Collabora musicalmente con Gianni Belleno e Roberto Bignoli.

 

Com’è nata la passione per la musica cristiana?

Il canto e la Fede, sono due doni che porto con me fin da quando ero bambina.  All’età di 15 anni, ho cominciato a cantare nella mia Chiesa come solista.

Da quel momento, è nata la mia grande passione per la musica cristiana. Ho imparato tantissimo dai canti liturgici, i vangeli e le Sacre Scritture.

Sono cresciuta in una famiglia molto credente che devo ringraziare tantissimo perché mi hanno sempre educata sin da piccola, alla fede, alla preghiera e al rispetto e l’onestà verso gli altri.

Questo cammino di musica cristiana è sempre stato forte dentro di me.

Ho scoperto di essere un soprano, quando mi venne proposto di cantare per la prima volta ad un matrimonio, la celebre “Ave Maria” di Schubert.

In modo del tutto naturale, impostando la voce e gli acuti, ho scoperto di essere un soprano e quindi ho deciso di coltivare questo mio dono e d’iscrivermi a 18 anni al conservatorio di Bergamo.

Nel 2006 mi sono recata per la prima volta a Medjugorje, dove è partito un vero cammino di musica cristiana, in giro per il mondo e per l’Italia.

Posso dire che Maria mi ha preso per mano e mi ha fatto capire l’importanza dell’amore di Dio ed è proprio attraverso quell’amore, ho sentito di doverlo trasmettere agli altri.

 

Tu canti al Festival dei Giovani a Medjugorje?

Si, io dal 2006 al 2009, ho cantato come solista, in occasione del Festival dei Giovani, esattamente il 5 agosto per il compleanno di Maria.

Per me questo è stato un regalo bellissimo che è venuto dall’alto. E’ un ricordo che porterò sempre nel mio cuore.

Durante il Festival, vedere i giovani pieni di fede e di speranza vuol dire aver ricevuto un grande dono da questo luogo, da Medjugorje che trasmette ormai queste grandezze da così tanti anni.

E’ un posto speciale, dove ognuno di noi ritroviamo noi stessi, il nostro cammino e ci viene spianata la strada.

In questo progetto musicale, collaboro con Gianni Belleno e Roberto Bignoli. Con loro c’è una forte intesa musicale ed un amicizia. Facciamo moltissimi concerti insieme e portiamo avanti questo cammino.

 

Cosa si prova a cantare per la Regina della Pace e soprattutto, cosa ti spinge a farlo?

Secondo me, è una delle più grandi soddisfazioni. Non c’è palco migliore di quello di fronte a Dio e la Madonna perché non è solo un esibirsi per se stessi, ma è un esibirsi e un dare agli altri, comunicando un messaggio forte che senti dentro di te.

La cosa più grande che io posso sperare, è quella di dare agli altri delle emozioni e condividere i miei stati d’animo.