“A Dio tutto è possibile….Abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”

18/08/2020
✝ VANGELO MATTEO 19,23-30

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità io vi dico: difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio».
A queste parole i discepoli rimasero molto stupiti e dicevano: «Allora, chi può essere salvato?». Gesù li guardò e disse: «Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile».
Allora Pietro gli rispose: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d’Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna. Molti dei primi saranno ultimi e molti degli ultimi saranno primi».

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
18/08/2020 Matteo 19, 23 -30

“A Dio tutto è possibile….Abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”.

🔥Sono passati circa 35 anni dal giorno in cui ho detto SÌ al Signore e oggi, guardando la mia vita, posso affermare con gioia che “a Dio nulla è impossibile”. Quel giorno in cui ho detto SÌ al Signore, sapete cosa mi ha chiesto? Mi ha chiesto semplicemente di fidarmi di Lui, di non aver paura. Mi ha chiesto di dargli ogni “certezza di felicità” (che io avevo “umanamente pianificato”) e di lasciare a Lui il “TIMONE”….mentre guardavo la mia vita come una barca che navigava a volte in acque tranquille, a volte era in acque agitate, altre volte tra uragani e cicloni. Mi ha chiesto: “Ti fidi di me?”. Ed io gli ho affidato la mia vita, la mia felicità nella mia chiamata al Matrimonio, la maternità, il lavoro in ospedale come infermiera, impegnandomi a servirlo come voleva Lui…pur non sapendo come… Mi ha chiesto di lasciare la mia terra, la Sicilia, per andare dove Lui mi avrebbe indicato.

Leggi di più:  "Odiate il male e amate il bene e ristabilite nei tribunali il diritto"

Ho lasciato tutto: famiglia, Parrocchia, amici… la mia volontà per SEGUIRLO. Dire SÌ, è stato come per Pietro “un camminare sulle acque in tempesta”. Farlo è stato difficile, anzi IMPOSSIBILE per ciò che vivevo e per ciò che mi chiedeva. Pur “bagnandomi” qualche volta tra le acque agitate…. anche rischiando di affondare….ho cercato di mantenere lo sguardo su Gesù sempre e farlo… è stato quell’ “impossibile diventato possibile” che oggi testimonio. Riguardando la mia vita infatti mi rendo conto che l’ho fatto. Ho lasciato il mio tutto a Gesù e in questi anni non ho cercato di riprendermelo. Dio solo ha potuto permetterlo, perché a Dio tutto è possibile! Lui non ci abbandona MAI. Teniamo sempre lo sguardo su di Lui, fidiamoci sempre di Lui, lo ripeto! Io mi sono sempre fidata e Lui stesso mi ha aiutato a farlo. Svuotiamoci di tutti i nostri idoli terreni per seguire il VANGELO e i Suoi insegnamenti perché, “CONTEMPLARE la Parola ogni giorno e cercare di metterla in pratica” rende tutto possibile. Dio solo infatti può tutto in noi e Lui apprezza ogni nostro desiderio e impegno a volerlo SEGUIRE. Io ho preso il Signore sul serio da sempre….

Ascolta il mio consiglio oggi: “se non ti fidi, se non lasci i tuoi idoli… non vedrai mai l’IMPOSSIBILE” che Dio può e vuol compiere nella tua vita!”. Invoca lo Spirito Santo ogni giorno…. ti rivelerà gli idoli, ti aiuterà a starne lontano e aumenterà la tua Fede! Con Essa, potrai dire anche tu: “a Dio tutto è possibile”!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 42 Cosa sono i 10 Comandamenti?
Articolo successivoDicono e non fanno: L’ipocrisia dei cristiani
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.