Don Francesco: “La malformazione alle gambe, il sacerdozio e una vita di evangelizzazione”

Don Francesco: “La malformazione alle gambe, il sacerdozio e una vita di evangelizzazione”

Sei molto impegnato nell’evangelizzazione attraverso la conduzione del tuo programma “Nella fede della Chiesa” e non solo. Quanto è importante l’evangelizzazione nella vita di un cristiano?

E’ tutto perché Gesù ci ha costituiti e voluti strumenti per annunciare le sue meraviglie. Chi ha trovato la “perla preziosa” e non la mostra agli altri è un egoista e un ladro della grazia di Dio. Ciò che abbiamo ricevuto dall’alto, dobbiamo donarlo agli altri.

Io so che dall’altra parte dello schermo, della radio o di un pc c’è un cuore che ha bisogno e io gli parlo con la grazia di Dio perché da me stesso non potrei fare o dire nulla.

L’avermi voluto sacerdote è il dono più bello e prezioso che il Signore mi poteva concedere ma, allo stesso tempo, è una missione che puoi assolvere solo se possiedi gli occhi di Gesù, la sua bocca e, soprattutto il suo stesso cuore.

Servizio di Rita Sberna

Leggi di più:  Irene Pivetti: “Sì alle Unioni Civili, No alla stepchild adoption”