Don Jumbo: ‘La Chiesa che combatte la camorra senza paura’

Don Giambo: ‘La Chiesa che combatte la camorra senza paura’

Lei si è sempre battuto per la legalità anche durante le sue omelie. La Chiesa, come potrebbe alzare di più la voce contro la camorra?

La Chiesa combatte molto bene la camorra perché trasmette ancora il messaggio di Cristo e fin quando la Chiesa e tutti i sacerdoti opereranno portando il messaggio di Cristo, con la verità, con l’amore e con la giustizia, si riuscirà a sconfiggere la camorra. In certe terre non è facile sconfiggerla perché c’è la paura del ricatto, come lo è per il mio paese . Vi faccio un esempio: c’è gente che ha perso il lavoro soltanto perché veniva in Chiesa ad ascoltare la parola di Dio come per esempio è stato per il gruppo giovani; i ragazzi sono stati minacciati che se continuavano a frequentare la parrocchia avrebbero perso il lavoro.

Ribadisco che c’è una Chiesa viva, una Chiesa che ha il coraggio di lottare ma una Chiesa che lotta soprattutto con il vangelo di Cristo, con la parola di Dio. Solo con la parola di Dio si possono riaprire le coscienze, ma il pensiero umano se non è accompagnato dalla luce di Dio, non riuscirà mai a sconfiggere il male.

Con la preghiera si può combattere anche l’omertà e la camorra?

Certamente, la preghiera è uno strumento indispensabile, noi nella preghiera invochiamo l’autore della verità cioè Dio Padre che è il Dio della giustizia e della verità.

La preghiera è l’arma più forte. L’omertà ed il silenzio, sono collegati fra di loro e rappresentano purtroppo le tenebre.

Leggi di più:  Preghiamo per le vittime di Torre Annunziata. C'entra per caso la camorra?

L’omertà ed il silenzio, non sono espressioni di una luce ma sono espressioni del buio, della notte che non fa camminare le persone.
C’è tanta gente che ha il desiderio di cambiare e di costruire, gente che si ribella non con la violenza ma con il grido della verità.