“Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie”

Illustrazioni Vangelo Cristian Nencioni

27/06/2020
✝ VANGELO MATTEO 8,5-17

In quel tempo, entrato Gesù in Cafàrnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava e diceva: «Signore, il mio servo è in casa, a letto, paralizzato e soffre terribilmente». Gli disse: «Verrò e lo guarirò». Ma il centurione rispose: «Signore, io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma di’ soltanto una parola e il mio servo sarà guarito. Pur essendo anch’io un subalterno, ho dei soldati sotto di me e dico a uno: “Va’!”, ed egli va; e a un altro: “Vieni!”, ed egli viene; e al mio servo: “Fa’ questo!”, ed egli lo fa».

Ascoltandolo, Gesù si meravigliò e disse a quelli che lo seguivano: «In verità io vi dico, in Israele non ho trovato nessuno con una fede così grande! Ora io vi dico che molti verranno dall’oriente e dall’occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e Giacobbe nel regno dei cieli, mentre i figli del regno saranno cacciati fuori, nelle tenebre, dove sarà pianto e stridore di denti». E Gesù disse al centurione: «Va’, avvenga per te come hai creduto». In quell’istante il suo servo fu guarito.

Entrato nella casa di Pietro, Gesù vide la suocera di lui che era a letto con la febbre. Le toccò la mano e la febbre la lasciò; poi ella si alzò e lo serviva.

Venuta la sera, gli portarono molti indemoniati ed egli scacciò gli spiriti con la parola e guarì tutti i malati, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa: “Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie”.

Parola del Signore

🕯SCINTILLA DI LUCE
27/06/2020 Matteo 8, 5- 17

Leggi di più:  Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente

“Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie”.

🔥Il profeta Isaia, con la sua profezia aveva ben detto. Gesù, nella Sua vita terrena, ha compiuto miracoli, liberazioni, risuscitato morti…perché era ed è Vero Dio, l’Onnipotente, il creatore di tutto l’universo che è a Lui sottomesso! Gesù agiva non solo per AMORE, per compassione verso i Suoi figli, ma anche per dar segno che in mezzo agli uomini c’era Dio. “Toccava”, come ha fatto per la suocera di Pietro, e subito guariva. Agiva anche a distanza, come per il servo del centurione.

Con una Parola Sua, liberava e guariva, e adesso, credete che abbia lavorato così tanto in passato da starsene ben seduto, comodo alla destra del Padre, senza far nulla? Lo credete veramente? Gesù è ancora tra noi, e con la stessa potenza, agisce ancora! Quel che cambia oggi, forse, è la fede nei cuori delle persone spesso distratte da questa mondanità che ILLUDE nel promettere una gioia stabile e una guarigione seguendo strade alternative: maghi, oroscopi, droghe, sesso, vizi, potere…

Confidiamo in Gesù, invocando lo Spirito Santo. Soli, a volte, ci si scoraggia! Io consiglio: invochiamo i sette doni dello Spirito Santo e consacriamoci a Maria Santissima ogni giorno, perché la nostra fede in Gesù cresca. È lo Spirito Santo che ci farà sentire l’Amore del Padre e del Figlio in ogni difficile circostanza di vita che affrontiamo e ci darà forza, ci farà vincere le paure e tirerà fuori quella fede che crediamo di non avere. Se abbiamo fede come il centurione, non ci saranno ostacoli per la guarigione. E poi, guariti, come la suocera di Pietro, “rialziamoci e serviamo Gesù” con la testimonianza! Il mondo ne ha bisogno! Anche tu ed io, ne abbiamo bisogno!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedentePreghiera per la liberazione dal male di San Giovanni Paolo II
Articolo successivoBlack Lives Matter: un movimento palesemente anticristiano
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.