“Gesù disse alla folla: “Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato”

illustrazioni vangelo https://cristiannencioniarts.altervista.org

 30/04/2020
✝VANGELO GIOVANNI 6,44-51

In quel tempo, disse Gesù alla folla:
«Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.

Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
30/04/2020 Giovanni 6, 44- 51

“Gesù disse alla folla: “Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno”.

🔥I nostri padri nel deserto hanno mangiato la manna… si sono salvati nel deserto….ma poi sono morti. Chi mangia invece il Pane VIVO disceso dal cielo (Gesù), dice la Parola…”vivrà in eterno”! Gesù è nell’Eucaristia e partecipare “ATTIVAMENTE”, con piena consapevolezza al Sacramento, ci dà la “pienezza di vita”, la vita eterna! Ma l’iniziativa è di Dio, è Dio che ci attira a sé amandoci per primo.

Lui ci ha amati da sempre, e ancora ci AMA offrendoci la salvezza ATTRAVERSO GESÙ, attraverso lo Spirito Santo. Gesù ha perpetuato la Sua presenza tra noi nell’Eucaristia….”lasciamoci amare, lasciamoci salvare”, partecipiamo all’ Eucarestia. Dio ci conosce da sempre, il Suo sguardo è sempre su di noi come quello di una “mamma e di un papà” sul proprio figlio e suscita in noi il desiderio, l’attrazione…
Quando sentiamo qualcosa in noi che ci attira verso l’infinito, fratelli cari, “non resistiamo”, approfondiamo. Quando sentiamo in noi un vuoto dentro e sentiamo il desiderio di colmarlo con qualcosa di “diverso”… forse perché tutto ciò che abbiamo provato non ci appaga…in questo vuoto, si può nascondere la VOCE di Dio che ci attira. Rispondiamo pregando, non respingiamola! Satana non ci molla, è pronto a sostituirsi a Dio come ben sa fare, “ma neanche Dio ci molla!” Satana non colma il vuoto, svuota sempre più. È Dio che colma i nostri vuoti…prova anche tu se non l’hai ancora ” vissuto”. Stiamo attenti fratelli ad ascoltare la “voce interiore di Dio” che ci attira spesso, SEMPRE…, che ci richiama a Lui, alla preghiera del cuore, a confidare in Lui che è Padre misericordioso e buono! Ritagliamoci un momento di silenzio nel corso della giornata e alziamo gli occhi verso il Padre… APRIAMO il cuore a Lui e sentiremo “quale via Dio sceglie per riempire il vuoto”.

Leggi di più:  "Perché avete paura, gente di poca fede?"

È Dio che sceglie COME fare! Partiamo dall’invocare lo Spirito Santo, che è l’Amore di Dio. Quando un bimbo si sente amato dal proprio papà, corre verso di lui, tra le sue braccia….Così, se ci accorgiamo che Dio ci ama, ci viene più facile andare da Lui attraverso Gesù che “ci risusciterà nell’ultimo giorno”! Dio è Padre, Lui in tanti modi ci attira a sé. Proviamo a scoprirli e corriamo tra le Sue braccia… sono quelle di Gesù in croce… che ci abbracciano, non per farci morire con Lui, ma per farci RISORGERE…come dice la Parola!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteMons. Luigi Negri “La possessione a volte, viene scambiata per un fatto patologico”
Articolo successivoDon Cosimo Schena, il poeta dell’amore di Dio
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.