Gesù si voltò, la vide e disse: “Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata!

06/07/2020
✝ VANGELO MATTEO 9,18-26

In quel tempo, [mentre Gesù parlava,] giunse uno dei capi, gli si prostrò dinanzi e disse: «Mia figlia è morta proprio ora; ma vieni, imponi la tua mano su di lei ed ella vivrà». Gesù si alzò e lo seguì con i suoi discepoli.
Ed ecco, una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, gli si avvicinò alle spalle e toccò il lembo del suo mantello. Diceva infatti tra sé: «Se riuscirò anche solo a toccare il suo mantello, sarò salvata». Gesù si voltò, la vide e disse: «Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata». E da quell’istante la donna fu salvata.
Arrivato poi nella casa del capo e veduti i flautisti e la folla in agitazione, Gesù disse: «Andata via! La fanciulla infatti non è morta, ma dorme». E lo deridevano. Ma dopo che la folla fu cacciata via, egli entrò, le prese la mano e la fanciulla si alzò. E questa notizia si diffuse in tutta quella regione.

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
6/07/2020 Matteo 9, 18- 26

“Gesù si voltò, la vide e disse: “Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata!”. E da quell’istante la donna fu salvata”.

🔥Lo sguardo di Gesù è sempre su di noi! Se lo invochiamo, Lui ci risponde. Cerchiamo di avere una relazione SERIA con Gesù, come una sposa con lo sposo…una relazione personale con Cristo che ci porti a fare ciò che è a LUI gradito. Una sposa non vuol MAI deludere il proprio sposo, e viceversa. La donna, e così anche il capo che si prostrò davanti a Gesù, avevano riposto in Lui ogni FIDUCIA e per questo sono stati esauditi. Gesù, dice la Parola, “si voltò e la vide”. Avviciniamoci a Gesù, uniamoci a Lui, cerchiamo di vivere l’esperienza di essere un tutt’uno con Gesù nell’Eucaristia… Ancora oggi ci viene concesso di “toccare Gesù”…anzi molto di più: ci è concesso di riceverlo in cuor nostro! Dal Battesimo Gesù è in noi, ma noi, non sempre siamo con Lui!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Nell’Eucaristia, nel Sacramento della Riconciliazione, invece, noi andiamo da Lui…e l’incontro con Cristo, nostra salvezza, può venire in maniera più consapevole. È necessario decidersi nei fatti. La preghiera è una “relazione interiore” che il Signore vuole più di noi. È Lui che “attira a sé ogni persona” (Osea 2,16. 17b. 18. 21-22). Nella preghiera è il Signore che ci vuol parlare, coraggio, ANDIAMO! Lui ci farà “sposa sua per sempre”… nella giustizia, nel diritto, nell’Amore, nella benevolenza… nella fedeltà. Coraggio, ANDIAMO! La donna “con perdite di sangue” è andata “con fiducia” da Gesù e Gesù l’ha salvata. Il Signore, dice il profeta Osea, “attira a Lui”. Anche noi lasciamoci salvare, liberare e guarire! Il Signore bussa al nostro cuore… se andiamo….la Sua sola presenza è guarigione!

Quando Lui ci parla con la Parola o in confessionile attraverso il Sacerdote, veniamo assorbiti e risanati dal Suo Mistero che è armonia, bellezza, pienezza “risanante di tutte le nostre ferite!”. Perché decidere di restare soli e piangere sulle proprie piaghe, mentre il medico è sempre davanti a noi, pronto a guarirci? Coraggio fratelli, anche a noi Gesù oggi dice: “Figlia, la tua fede ti salva!”. Ma noi, abbiamo fede in Lui? Anche se non c’è Fede, ANDIAMO ugualmente da Lui, come l’emorroissa! Sarà Lui, Pienezza Vera, a colmare ogni nostra lacuna.
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 6 Cosa sono i miracoli?
Articolo successivoPerchè le 3 del mattino è considerata l’ora del diavolo?
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.