Gladys Aylward, una straordinaria missionaria in Cina

wikipedia

Come una piccola donna di Londra è stata usata da Dio in Cina in maniera straordinaria.

 Gladys Aylward, è stata una straordinaria missionaria in Cina dal 1932 al 1949.

Gladys è nata nel nord di Londra nel 1902 da una famiglia della classe operaia e aveva solo un’istruzione basilare. Era una donna piccola, con un accento cockney. Lavorava come domestica e, dopo essere diventata cristiana, fu colta dal desiderio di condividere il Vangelo in Cina.

Ha fatto domanda per la China Inland Mission ed è stata accettata per un corso di tre mesi per valutare la sua idoneità. È stata respinta perché difficilmente avrebbe imparato la difficile lingua cinese e incapace di gestire e affrontare la vita in Estremo Oriente.

Delusa, Gladys è tornata al servizio domestico ma la sua visione della Cina ha continuato a stimolarla. Alla fine, ha sentito parlare di un’anziana missionaria in Cina che aveva bisogno di compagnia. Ma come ci sarebbe arrivata? Non aveva un’organizzazione per sostenerla e non aveva i soldi per il biglietto del battello. Così nel 1932, Gladys decise semplicemente di andare in Cina in treno. Ha attraversato l’Europa e si è unita alla Transiberian Express che l’ha portata verso Vladivostok. È stato un viaggio rischioso e all’estremità orientale si è trovata coinvolta in combattimenti tra Russia e Cina. Alla fine, dopo cinque settimane e mezzo è sopravvissuta a tutti i tipi di pericoli, ha raggiunto la sua destinazione di Yangcheng, nella Cina centrale.

Rimanendo con questa anziana missionaria, Gladys si è immersa nella lingua e nella cultura e ha adottato l’abbigliamento locale. Confondendo il verdetto precedentemente pronunciato su di lei, Gladys divenne fluente in cinese. Affittò una vecchia locanda e le diede il nome di La Locanda delle Otto Felicità  un nome ispirato agli otto nobili valori: amore, virtù, gentilezza, tolleranza, lealtà, verità, bellezza e devozione. La locanda offrì un’eccezionale opportunità per condividere il Vangelo e negli anni successivi Gladys condusse molte persone a Cristo.

Le autorità locali hanno approvato Gladys e quando il governo ha messo fuori legge la pratica tradizionale di legare i piedi delle ragazze, è stata nominata un ispettore ufficiale per verificare che la legge fosse rispettata. Ha chiesto – e ricevuto – il diritto di parlare alle donne e alle ragazze di Gesù nel corso del suo lavoro. È stata persino chiamata a intervenire in una rivolta omicida in una prigione e non solo ha soffocato la rivolta, ma è stata in grado di ottenere un miglioramento delle condizioni per i prigionieri. Gladys si ritrovò presto a prendersi cura di un numero crescente di orfani. I suoi sforzi per aiutare le persone le sono valsi il nome di “Ai-weh-deh”  che significa “Virtuoso”.

Nel 1937 la Cina era stata coinvolta in un complicato e sanguinoso conflitto a tre tra il governo, gli insorti comunisti sotto Mao Tse Tung e un esercito giapponese invasore. Volendo identificarsi con coloro che serviva, Gladys abbandonò la sua nazionalità britannica e divenne cittadina cinese. Dopo un’avanzata giapponese si ritrovò dietro le linee nemiche; ha riferito informazioni alle autorità cinesi, un’azione che alla fine l’ha portata a comparire su un poster giapponese “Wanted”.

La guerra peggiorò e Gladys fu ferita in un bombardamento. Rendendosi conto che i suoi orfani dovevano essere portati via dai combattimenti, guidò più di cento bambini in un viaggio epico sulle montagne verso la salvezza. Quando, dopo 27 giorni, Gladys ha finalmente consegnato i bambini in un orfanotrofio oltre la zona di guerra, si è ammalata di tifo e malnutrizione.

Sebbene Gladys si riprese e continuò il suo lavoro e la sua testimonianza in altre parti della Cina, la sua salute fu influenzata da ciò che aveva subito e nel 1949 tornò in Inghilterra. Sebbene volesse tornare in Cina, il nuovo governo comunista si era opposto al cristianesimo, rendendo impossibile il ritorno. Gladys rimase  in Inghilterra, predicando ampiamente, prima di andare a Hong Kong amministrata dai britannici e infine si stabilì a Taiwan. Lì ha fondato l’orfanotrofio Gladys Aylward con il quale ha lavorato fino alla sua morte nel 1970.

 

Leggi di più:  Uno studio dimostrerebbe che gli ospedali di Wuhan erano affollati già ad agosto