“Il figlio dell’uomo è signore del sabato”

Illustrazioni Vangelo di Cristian Nencioni

 05/09/2020
✝ VANGELO LUCA 6,1-5

Un sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli coglievano e mangiavano le spighe, sfregandole con le mani.
Alcuni farisei dissero: «Perché fate in giorno di sabato quello che non è lecito?».
Gesù rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Come entrò nella casa di Dio, prese i pani dell’offerta, ne mangiò e ne diede ai suoi compagni, sebbene non sia lecito mangiarli se non ai soli sacerdoti?».
E diceva loro: «Il Figlio dell’uomo è signore del sabato».

Parola del Signore

🕯SCINTILLA DI LUCE
5/09/2020 Luca 6, 1-5

“Il figlio dell’uomo è signore del sabato”.

🔥Cosa vuol dire Gesù ai farisei dando questa risposta? Vuol dire che Lui è superiore alla Legge, perché INCARNA la giustizia che è contenuta nella Legge, e quando la Legge è restrittiva, quando si limita solo al rispetto del comando… ignorando la dignità e il rispetto della persona… Gesù è costretto ad ignorarla perché LUI è vero Dio che ha creato Leggi giuste a favore dell’uomo, Leggi in cui la centralità è la persona! Quando la Legge invece viene trasformata in un idolo, Gesù non accetta il rimprovero, anzi dà Lui un insegnamento ricordando ai farisei, e anche a noi oggi, che nel rispettare la Legge, si deve sempre tener conto della persona. Gesù, come vero Dio, è innamorato delle Sue creature, e vedendo che i Suoi discepoli avevano fame, preso da compassione per loro, e volendo evitare la loro morte…permette che si sfamino.

I farisei invece non tengono conto della fame dei suoi discepoli, guardano alla Legge, la interpretano a loro modo e rimproverano Gesù perché permette l’infrazione. Il Signore ama i Suoi figli e difende gli oppressi dai potenti e dai prepotenti, “spezzando le Leggi!”. Nel Cristianesimo la Legge è espressione di giustizia, di carità fraterna, di pace, di Amore….perché il Cristianesimo ha sempre davanti a sé la persona: Gesù che vive nell’uomo! Quando la Legge ignora tutto ciò, Gesù “spezza la Legge e va oltre, lo fa…. Lui lo può fare, perché è “Signore del sabato…” del creato e di ogni Legge che lo regola. Sull’esempio di Gesù, pur rispettando le Leggi, non dimentichiamo MAI la persona!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Il mio pensiero va oggi agli immigrati che è giusto accogliere “per Amore e per Legge”, ma viene rispettata la loro dignità di persona? Vengono rispettate le norme igienico sanitarie di cui ciascuno ha diritto… a garanzia della salute psicofisica di loro e degli altri? Ascoltiamo oggi la voce di Gesù che ci parla ancora attraverso questa Parola, riflettiamo fratelli! Non comportiamoci come i farisei!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 57 Un po’ di numeri
Articolo successivoPedofilia sdoganata: le responsabilità dei “cattivi maestri”
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.