Iran, il padre era contrario alla sua relazione e decapita la figlia nel sonno

Foto di Mehdi Karimi da Pixabay

Aveva solo 13 anni e la colpa di essere fidanzata con un uomo molto più grande, il padre la decapita nel sonno con un’ascia. Si chiamava Romina Ashrafi ed è una delle vittime del delitto d’onore.

Tutto questo è avvenuto ad Haviq, Romina si era innamorata di un uomo di 35 anni, Bahman Khavari,  ed era fuggita con lui dopo che il padre le aveva ordinato di interrompere la relazione.

Dopo la fuga era stata convocata dalla polizia e quest’ultimi l’hanno rimandata a casa nonostante la ragazza sapesse i rischi che correva a causa del padre violento.

Infatti, la notte del 21 maggio 2020, il padre con una falce ha tagliato la testa alla figlia. E’ stato lui stesso a confessarlo alla polizia ma non verrà incriminato proprio perchè in Iran esiste il delitto d’onore.

Leggi di più:  La Passione di Gesù di Mel Gibson