“La carità è magnanima…. non è invidiosa, non si vanta”

 16/09/2020
✝ DALLA PRIMA LETTERA AI CORINZI DI SAN PAOLO APOSTOLO 12,31 – 13,13

Fratelli, desiderate invece intensamente i carismi più grandi. E allora, vi mostro la via più sublime.
Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sarei come bronzo che rimbomba o come cimbalo che strepita.
E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri e avessi tutta la conoscenza, se possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sarei nulla.
E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne vanto, ma non avessi la carità, a nulla mi servirebbe.
La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta, non si gonfia d’orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà e la conoscenza svanirà. Infatti, in modo imperfetto noi conosciamo e in modo imperfetto profetizziamo. Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. Quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Divenuto uomo, ho eliminato ciò che è da bambino.
Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio; allora invece vedremo faccia a faccia. Adesso conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch’io sono conosciuto. Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità. Ma la più grande di tutte è la carità!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Parola di Dio

🕯SCINTILLA DI LUCE
16/09/2020 Dalla prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi 12,31-13,13

“La carità è magnanima…. non è invidiosa, non si vanta…. non cerca il proprio interesse, non si adira…”.

🔥La carità è amore e senza l’amore, cosa pensiamo di poter fare? La nostra vita è inutile, l’amore è infatti l’unica via che ci porta alla salvezza. Possiamo avere tanti soldi, conquistare i posti sociali più alti, raggiungere tutti gli obiettivi ed avere tutti i sogni realizzati in terra, ma la nostra vita eterna felice si conquista solo con l’Amore…. l’Amore a Dio e l’amore ai fratelli. Per salvarsi non serve neanche conoscere ed insegnare le verità di fede se poi non si vivono e se non si vive la carità con tutti i fratelli.

“L’ Amore si manifesta con i fatti, non solo con le parole”. L’ umanità, il mondo.. ha bisogno di una Chiesa che ama concretamente, non a parole! Se parliamo di perdono e non perdoniamo chi ci offende….se diciamo che siamo chiamati ad amare tutti i fratelli e poi cambiamo strada quando vediamo chi ci fa antipatia… se parliamo di giustizia e siamo i primi a non praticarla….se diciamo che siamo felici perché siamo in Dio e poi alla prima difficoltà non preghiamo più o siamo sempre con il “musone”, sempre a brontolare, sempre tristi e insoddisfatti …che messaggio di speranza diamo? Se ci si arrabbia per futili motivi, che carità viviamo? La carità è Amore e l’Amore è Dio! Quando non viviamo con carità, noi siamo lontani da Dio. Quando non amiamo, noi siamo lontani da Dio. Quando si è razzisti, quando si è violenti con i figli o con gli anziani…. si è lontani da Dio….e non serve neanche vantarsi di avere fede, l’informazione che arriva al mondo è inequivocabile! Solo il Signore è perfetto, restiamo in Lui e conosceremo l’amore che ci perfeziona a poco a poco.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Desideriamo intensamente i carismi più grandi. San Paolo ci mostra la via più sublime per raggiungere la perfezione: la Fede, la Speranza e la Carità, ma tra tutte, più grande è la Carità…. così sta scritto. Cerchiamo di mettere in pratica questa Parola….se vogliamo salvarci!!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl Covid e la Chiesa: Quando usciremo da certe restrizioni?
Articolo successivoLa mistica Suor Josefa Menéndez è scesa all’inferno
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.