La mamma di Carlo Acutis: “Mio figlio mi disse in sogno che sarei diventata di nuovo mamma”

Illustrazione di Cristian Nencioni

Carlo Acutis, il santo con i jeans e la felpa che il 10 ottobre verrà beatificato. Il santo della porta accanto.

Prima di morire a soli 15 anni, Carlo disse alla mamma: «Non ti preoccupare, mamma, ti darò molti segni».

Poco tempo dopo, la mamma di Carlo, la signora Antonia Salzano sognò il figlio che le diceva che sarebbe diventata di nuovo mamma.

Infatti 4 anni dopo la salita al cielo di Carlo, arrivano due gemelli: «Sono nati due gemelli, Francesca e Michele. Anche loro, come il fratello maggiore, hanno fatto in anticipo la prima Comunione, a sei anni. Vanno ogni giorno a Messa, pregano il rosario, quando possono fanno l’ adorazione eucaristica e sono molto buoni devoti di tanti santi, che conoscono leggendo le loro biografie». 

La famiglia Acutis si sta preparando con grande emozione al giorno della beatificazione di Carlo. “Ne siamo grati al Signore, ma ci teniamo che tutti gli eventi in programma ricalchino la spiritualità di Carlo e la facciano conoscere. Ci sta a cuore ribadire che tutti indistintamente siamo chiamati alla santità: mio figlio avrebbe tenuto al fatto che ognuno facesse il suo cammino verso Dio, ha offerto se stesso per la conversione dei peccatori e dei giovani. Ora la Chiesa lo riconosce come un modello alla portata di tutti, semplice da imitare”.

 

Leggi di più:  La storia di Angela Bianco “La fede più forte del tumore e dell’aborto”