Le Opere di Misericordia “Pregare Dio per i vivi e per i morti”.

Le Opere di Misericordia “Pregare Dio per i vivi e per i morti”. 4parte

Alla preghiera per i vivi il precetto unisce la necessità di pregare per i

defunti. Si tratta della solidarietà più efficace che possiamo esprimere a
coloro che abbiamo amato sulla terra. Non sappiamo nulla deila vita con Dio
e tanto meno conosciamo Io stato, la condizione dei nostri morti.
Hanno ancora bisogno di purificazione ?
Oppure vivono nella pienezza ii rapporto con il Signore ? Non lo sappiamo.
Diventa perciò necessario e prudente pregare per lare. Tra le preghiere che
noi possiamo elevare a Dio per i nostri defunti, la S. Messa è quella più
efficace. In essa è Gesù stesso che offre gli infiniti meriti  della Sua passione
per i nostri morti.
Dunque è importante che la Messa sia celebrata; non è importante che ciò
avvenga nell’esatto giorno anniversario della morte, perché un giorno e mille
anni per il Signore sono la stessa cosa, Lo dice la Scrittura.
Così non è importante che a quella Messa siamo presenti noi che l’abbiamo
domandata.
Ripeto: non è importa te il momento in cui si prega, che sia il girno
anniversario o no; non lo é la presenza o no dei congiunti vivi.

E’ importante invece l’offerta del sacrificio di Cristo. Lui è ii Salvatore
Su questi punti la confusione è tanta.

A me capita spesso che le persone mi facciano cancellare una Messa perché
quei giorno loro sarebbero assenti. Oppure non la fanno celebrare perché il
giorno anniversario non sono liberi.

E’ Cristo che conta,cari. Noi molto meno.

D.G.7v