“L’essere mamma mi ha aiutata a dare le giuste priorità alla famiglia e al lavoro”

“L’essere mamma mi ha aiutata a dare le giuste priorità alla famiglia e al lavoro”

C’è una meta di pellegrinaggio che vorresti fare insieme a tuo marito e ai tuoi figli?

Mi piacerebbe andare a Aparecida, uno dei più bei santuari dell’America Latina e magari iniziare anche un percorso di fede con la mia famiglia.

 

Hai incontrato Papa Francesco. Cosa pensi del suo operato?

Come si fa a non pensare che sia meraviglioso?! Ha restituito linfa alla chiesa, ha aperto un confronto anche con chi non è credente sul piano dei valori dove ci sono tantissimi punti di contatto.

Ha rimesso il dito sul problema tragico del nostro secolo che è quello delle diseguaglianze abissali tra chi ha tutto e troppo e chi non ha niente.

Poi ha portato una ventata di cambiamento, ha costretto anche il mondo dei media a cambiare e a seguirlo. Lui è un grandissimo ed efficacissimo comunicatore.

Io personalmente, sono stata anche molto legata a Giovanni Paolo II perchè facevo parte dell’associazione dei giovani delle scuole cattoliche italiane e all’epoca ero vice coordinatrice della Fidei e lo incontrammo più volte.

 

Cosa dobbiamo aspettarci dalla nuova edizione di Siamo Noi?

Intanto ci siamo sdoppiati, abbiamo già fatto quest’esperimento a giugno per testarlo e per vedere come rispondeva il pubblico.

Avremo una parte che inizia prima della coroncina alla divina misericordia, e comincerà alle 13:50 e dopo la coroncina torniamo noi.

Nella prima parte ci saranno delle novità, con un attenzione più diretta alla famiglia, ma anche cercando un confronto che possa essere d’aiuto per quando riguarda i rapporti nelle coppie, con i figli, le difficoltà e non solo con un’ottica religiosa ma con un confronto ampio.

Poi avremo l’intervista, che da ottobre in poi avrà un format ben preciso e saranno personaggi più o meno famosi con storie molto forti, che ci dovranno spiegare quando e in che circostanza hanno pronunciato le parole di Papa Francesco “scusa, permesso, grazie” nel nostro caso abbiamo scelto “Scusa e Grazie”.

La parte finale è più religiosa e racconterà la vita dei santi, i comandamenti, i sacramenti ecc ..

Servizio di Rita Sberna