“Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”

Illustrazioni Vangelo di Cristian Nencioni

28/08/2020
✝VANGELO MATTEO 25,1-13

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:

«Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.

A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.

Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Parola del Signore

🕯SCINTILLA DI LUCE
28/08/2020 Matteo 25,1-13

“Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.

🔥Sia le “vergini stolte” che quelle “sagge” hanno il vestito lungo, la loro facciata è uguale, ma in cuor loro c’è una differenza che porta il Signore a dire alle vergini stolte: “Non vi conosco!”. Qual è la differenza tra le sagge e le stolte? Quest’ultime sono materialmente nel luogo dove si attende lo Sposo, ma in realtà il loro cuore è altrove, sono distratte. Le vergini sagge invece hanno nel cuore solo lo Sposo, e sono con Lui prima che arrivi, sempre “sveglie” in “dolce attesa”! Qualche volta accade anche a noi di sentirci mediocri? Ci accade di addormentarci un po’….di mollare nell’intensità di Amore per il Signore? È forse perché lo sposo tarda a venire? Anche le vergini stolte, poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono, dice la Parola. Ma abbiamo visto cosa è successo: lo sposo è venuto, anche in ritardo, e non le ha trovate perfette. Vegliare vuol dire non smettere mai di Amare, attendendo la venuta.. la chiamata del Signore verso l’eternità. A volte il nostro amore per Lui è sofferente, scarico, fino ad esaurirsi se non invochiamo lo Spirito Santo . A volte anche la speranza è sepolta e non ce ne accorgiamo perché si prega per consuetudine o per paura che le cose ci vadano male….

Leggi di più:  Andiamo incontro al Signore, Pace e Ristoro dei "Piccoli"

Ci si trascina con stanchezza, senza abbandonarsi al Signore, e poi si pretende che Dio ci dia conto dell’amore dato, come le vergini stolte che rimaste fuori, gridarono insistentemente: “Signore, Signore, aprici!”. Dio non è un portafortuna, né un risolutore di problemi, Lui è un Padre che ci ha Amati per primo e vuole che in Lui siamo felici. Abbandoniamoci all’Amore di Dio sempre, immergiamoci ogni giorno nel Suo oceano di Amore, senza uscirne MAI. Questo è per me vegliare! È Lui la fonte del nostro amore: adoriamolo spesso, senza fare altro….adoriamolo pochi minuti al giorno, ma sempre. Adoriamolo facendo VERITÀ ed invocando lo Spirito Santo, contemplando la Parola. È così che veglio io!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 50 Cosa insegna la Chiesa riguardo alla morale del sesso?
Articolo successivoSan Catello, protettore dei migranti
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.