“Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vana anche la vostra fede”

Illustrazioni Vangelo Cristian Nencioni

18/09/2020
✝ DALLA PRIMA LETTERA DI SAN PAOLO APOSTOLO AI CORINZI 15,12-20

Fratelli, se si annuncia che Cristo è risorto dai morti, come possono dire alcuni tra voi che non vi è risurrezione dei morti? Se non vi è risurrezione dei morti, neanche Cristo è risorto! Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vuota anche la vostra fede. Noi, poi, risultiamo falsi testimoni di Dio, perché contro Dio abbiamo testimoniato che egli ha risuscitato il Cristo mentre di fatto non lo ha risuscitato, se è vero che i morti non risorgono. Se infatti i morti non risorgono, neanche Cristo è risorto; ma se Cristo non è risorto, vana è la vostra fede e voi siete ancora nei vostri peccati. Perciò anche quelli che sono morti in Cristo sono perduti. Se noi abbiamo avuto speranza in Cristo soltanto per questa vita, siamo da commiserare più di tutti gli uomini. Ora, invece, Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti.

Parola di Dio

 🕯SCINTILLA DI LUCE
18/09/2020 Dalla Prima Lettera di San Paolo Apostolo ai Corinzi 15, 12-20

“Ma se Cristo non è risorto, vuota allora è la nostra predicazione, vana anche la vostra fede”.

🔥Come tra i Corinti, forse ancora oggi esistono al mondo persone che negano la risurrezione di Cristo. A queste persone oggi mi rivolgo: “stai sbagliando a pensare che Cristo non è risorto. Cristo è veramente risorto, anzi Lui è la “primizia della Risurrezione, il primo tra i risorti”. Se Cristo non fosse risorto, la predicazione dei discepoli sarebbe senza fondamento e la fede dei Corinti, come anche la nostra… sarebbe vana, non varrebbe niente! Ma così non è! Hanno forse i discepoli sperato in uno che non è vivo ma morto? Sarebbero state le persone più infelici al mondo, invece la loro gioia, la loro forza, il loro coraggio è per noi segno e testimonianza che Cristo è Risorto!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Hanno creduto e veduto il Cristo Risorto e perciò anche hanno testimoniato ed annunciato che il Signore non ci abbandona. Hanno dato pure la loro vita per Cristo; Pietro si è pure fatto crocifiggere, e tanti martiri, oggi, non hanno rinnegato, fino alla fine della loro vita terrena, la grazia che gli è giunta da Cristo Risorto. Crediamo anche noi fratelli! Cristo è VIVO, è RISORTO, non solo nel periodo storico passato, ma esiste RISORTO ancora oggi tra noi. Possiamo parlare con Lui perché Gesù “opera ed agisce ancora oggi” tra noi come ha agito nella vita di Paolo e dei discepoli di un tempo che, nonostante le persecuzioni, erano forti e felici! Questo covid ci vuole scoraggiare e con esso tante violenze ingiuste (caso del giovane Willy forse l’ultimo….), tante calamità, contrarietà assurde ( io ne sto vivendo una inaudita…. che un giorno vi dirò…)

Oggi fratelli, troviamo forza in questa Parola. Invochiamo lo Spirito Santo che, con i suoi sette doni ci farà sentire la stessa gioia che Paolo e i discepoli provavano dalla certezza che Gesù era con loro e che li avrebbe guidati alla Risurrezione. Preghiamo, viviamo i Sacramenti e sentiremo anche noi, in cuor nostro, questa certezza… mentre vedremo svanire ogni dubbio sul fatto che Cristo è veramente risorto. Insisto nel dirvi PREGHIAMO e vedremo svanire ogni dubbio sul fatto che Cristo ci salva…. sul fatto che Cristo cammina con noi fino alla fine dei tempi. Smetti di dubitare e CREDI anche tu come me!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente“L’ecologia dell’amore” Intimità e spiritualità di coppia un libro di Antonio e Luisa de Rosa
Articolo successivoFamiglia, Tempio di Dio
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.