“Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano”

04/07/2020
✝ VANGELO MATTEO 9,14-17

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».

E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno.
Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo porta via qualcosa dal vestito e lo strappo diventa peggiore. Né si versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si spaccano gli otri e il vino si spande e gli otri vanno perduti. Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano».

Parola del Signore

 🕯️SCINTILLA DI LUCE
4/07/2020 Matteo 9,14-17

“Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano”.

🔥È necessario creare un “movimento nuovo” su questa terra, che rompe tutto ciò che è vecchio… perché si rischia di far perdere le “cose nuove” che arrivano per Grazia di Dio! Il vino nuovo che ci è arrivato è Cristo, che esige OTRI NUOVI, cioè cuori che hanno voglia di “rinnovamento interiore” per far sì che si raggiunga la pace, la giustizia, un equilibrio mondiale e universale! Gesù è potente, può con un solo comando riordinare l’universo, ma rispetta la nostra libertà di scelta e ci invita ad un “concreto e consapevole” rinnovamento interiore personale, che getta i presupposti per un rinnovamento globale. Gesù è il vino nuovo che già è arrivato, ma noi siamo “otri vecchi” o “otri nuovi”?

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Se siamo “otri vecchi”, in noi e nel mondo, la grazia di aver ricevuto Gesù si “conserva male” e non si apprezza, non dà cio per cui è arrivata: la gioia! Il risultato è che si è sempre tristi, insoddisfatti nel vedere un mondo che sceglie pian piano di “autodistruggersi”. Invochiamo lo Spirito Santo perché il “vino nuovo” possa portare una nuova gioia che nasce dall’assistere ad un cambiamento nella Chiesa e nel mondo.

Don Oreste Benzi suggerisce dei cambiamenti che io condivido: accelerazione del passaggio da organizzazione a comunità, da semplice controllo a vita insieme, da servizio a condivisione, da assistenza a riappropriazione degli esclusi, dalla preghiera per pochi alla preghiera della povera gente, dall’ intimismo alla missionarietà, dalla stabilità di vecchi modelli a modelli nuovi di vita che traducono in atto la realtà del “corpo mistico di Cristo”, dalla sicurezza umana alla certezza che cercando il Regno di Dio e la Sua giustizia, il resto ci viene dato comunque. Invochiamo lo SPIRITO Santo e tutto ciò accadrà!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 4 Cosa significa “credere in Dio”?
Articolo successivoGod Bless America!
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.