Maria a Medjugorje è stata il nostro “cupido”. Il nostro amore è un Suo dono

Maria a Medjugorje è stata il nostro “cupido”. Il nostro amore è un Suo dono

Loro già fanno le loro preghierine ma senza forzature e noi ogni giorno li affidiamo a Dio.

Nella famiglia ci sono i momenti si e i momenti no, ma l’importante è come dice Papa Francesco, arrivare alla sera dandosi il bacio della buonanotte e chiedendosi scusa.

Sergio cosa vuoi dire a chi è in cerca e spera di trovare l’amore della sua vita?

Posso prendere in esempio la mia esperienza, se Gesù ha trasformato il 25 giugno dal giorno più brutto della mia vita al giorno più bello della mia vita, questo significa che bisogna realmente fidarsi di Gesù e che non bisogna mai arrendersi pensando che sia finita.

Anzi, sono proprio l’esperienze negative che ti aiutano a migliorare.

Io ricordo che quando mi lasciai, da lì cominciò la mia conversione perché grazie a Dio, in quel periodo conobbi Don Fabio Rosini e con lui cominciai a seguire i 10 comandamenti, che mi servirono molto.

Quindi quello che voglio dire è di affidarsi a Dio e non mollare mai, chiaramente non tutti siamo chiamati al matrimonio ma bisogna avere fede in Dio e credere che c’è un domani migliore per tutti.

 Servizio di Rita Sberna

Leggi di più:  Aforismi sui frutti della sofferenza: la morte e la vita