Micaela: ‘Con il Gospel ho imparato a pregare’

Micaela: ‘Con il Gospel ho imparato a pregare’

Canti un brano dal titolo “La tentazione”, qual è la maggiore tentazione di un artista giovane, in pieno successo?
La tentazione che intento nel mio brano è di un amore (quasi tutte le mie canzoni parlano di amore e di un rapporto con l’altro) e non saprei dire quale possa essere la tentazione per un artista, credo di non essere mai stata tentata o per lo meno, le tentazioni che ho ricevuto da parte di estranei, non le ho accolte.
Le tentazioni dipendono anche dall’ambiente che si frequenta, quello della musica è molto variegato; ci sono tante persone buone e tante persone cattive ma bisogna avere molta furbizia nel sapere prendere il carattere di ogni persona, e trarne soltanto il positivo senza farsi contagiare dalla negatività.
La tentazione può essere tutto e può riguardare tantissime cose.
Quali sono i valori che più contano nella tua vita?
Di valori ce ne sono tanti, il primo fra tutti è la famiglia. Sono molto legata alla mia famiglia ed essendo la più piccola, sono la più coccolata, siamo tre figlie femmine; la mia famiglia è il mio punto di riferimento.
Molte decisioni le ho prese sedendomi a tavolino con i miei familiari e decidendo insieme a loro.
Credo molto nell’amicizia e i miei amici è come se fossero parte integrante della mia famiglia e poi un altro valore che per me conta tanto è la fede.

Cos’è che ami di più del tuo lavoro?
Il vantaggio del mio lavoro è quello di viaggiare ed a me piace tantissimo visitare nuovi posti e nuove città. Poi mi piace soprattutto fare musica davanti ad un proprio pubblico, farmi ascoltare e trasmettere le mie emozioni agli altri.

Leggi di più:  Gabriele Cianfrani e il suo“ Dialogo sulla fede”

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Sto lavorando al mio nuovo disco, e faccio molti live, cerco di conciliare entrambe le cose con lo studio, sono studentessa di Giurisprudenza e sto al quarto anno.
L’università è un progetto a cui tengo molto.

Servizio di Rita Sberna