“Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal maligno”

illustrazioni vangelo Cristian Nencioni

27/05/2020
✝ VANGELO GIOVANNI 17, 11b-19

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

Parola del Signore

 SCINTILLA DI LUCE
27/05/2020 Giovanni 17,11 b-19

“Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal maligno… Consacrali nella Verità. La tua Parola è VERITÀ”.

🔥 È commovente questa preghiera di Gesù al Padre! È la voce di un Vero Pastore che si preoccupa per le Sue pecore….perché le ama e si vede costretto a lasciarle. Gesù è contento di andare al Padre, Lui obbedisce, accetta la volontà del Padre, ma si preoccupa per i figli che Dio gli ha affidato. Teme che il maligno, senza la Sua presenza, li attacchi fino a portarli alla perdizione. Gesù è preoccupato per i Suoi discepoli, e da Vero Padre, Vero Maestro, Vera Guida e compagno, chiede per loro la “pienezza della Sua Gioia”. In che cosa si fonda la pienezza della Sua gioia? L’ha detto prima e dopo. Gesù per noi, sì….per noi, perché anche noi oggi siamo i Suoi figli e Sue pecore, e non solo i discepoli di allora….per noi tutti, ha chiesto nella preghiera sacerdotale, alla vigilia della Sua passione e morte…. :

1) Che noi siamo una cosa sola, come Lui è una cosa sola con il Padre,
2) che possiamo essere CONSACRATI nella VERITÀ. Gesù non ci ha lasciati ORFANI: con questa Parola comprendiamo che intercede presso il Padre, perché ciascuno di noi, attraverso Lui, possa ESSERE sempre UNITO a Loro, alla Trinità, e possa essere, pure restando nel mondo, “non del mondo”! Il maligno ci attrae con i vizi, gli idoli….”del mondo”, ma se noi preghiamo, se siamo per sempre uniti a Gesù e alle sue PAROLE (Verità), riusciremo a respingere il maligno e ad essere per sempre “una cosa sola con loro, come Gesù è una cosa sola con Dio”. In questo si fonda la pienezza di ogni Gioia! Come riuscirci concretamente?

Consacriamo la nostra vita a Gesù e a Maria Santissima OGNI GIORNO e seguiamo la Verità, che è la Parola…. OGNI GIORNO. Il maligno….non si avvicinerà! E se anche lo farà, sarà tempo perso! Perché? Perché in Gesù Risorto, LUCE, noi siamo luce e il maligno ha paura della luce! È già sconfitto in partenza!!! Lo dico per fede e per esperienza!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLe pratiche di devozione alla Madonna
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – Centoquarantatreesimo Numero
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.