Papa Francesco: “Il rimedio per la pandemia è la corona del rosario”

il santo rosario
(fonte foto: Pixabay) Santo Rosario

Il Papa invita tutti i cristiani a creare uno spazio quotidiano, ogni giorno, per recitare il rosario.

Il Papa da un consiglio su come affrontare questi mesi di “emergenza sanitaria”: «In questi tempi di pandemia, è necessario tenere tra le mani la corona del rosario, pregando per noi, per i nostri cari e per tutti gli uomini».

Secondo il Papa, il santo rosario è una “bellezza da riscoprire”, che ha alimentato nel corso dei secoli la nostra fede. E’ una guida sicura nel cammino verso il Signore- afferma il Pontefice.

Durante il lockdown, il Papa aveva invitato a recitare il rosario o da soli o insieme, ma tenendo conto di recitarlo con molta “semplicità”. la semplicità è il segreto di questa preghiera!

Questo è ciò che il Papa aveva detto all’inizio dell’emergenza: «Contemplare insieme il volto di Cristo con il cuore di Maria, nostra Madre  ci renderà ancora più uniti come famiglia spirituale e ci aiuterà a superare questa prova».

Inoltre il Papa consiglia di recitare due preghiere molto importanti alla fine del rosario: la prima è quella dedicata alla Madonna del Divino Amore, la seconda è un’invocazione che su qualche punto evoca le parole del Salve Regina.

Insomma per il Pontefice il rosario è la soluzione non solo alla pandemia ma a tutti i mali, daltronde la Madonna nel corso dei secoli, in varie apparizioni mariane lo ha sempre raccomandato ai veggenti come a Fatima e a Lourdes. Sappiamo bene che la Corona del rosario è una forte preghiera che non rimane ad ogni modo inascoltata ma che genera grazie su grazie.

Leggi di più:  Leone XIII e San Michele Arcangelo

Preghiera alla Madonna del Divino Amore

O Maria, tu risplendi sempre nel nostro cammino come segno di salvezza e di speranza. Noi ci affidiamo a te, Salute dei malati, che presso la croce sei stata associata al dolore di Gesù, mantenendo ferma la tua fede. Tu, Salvezza del popolo romano, sai di che cosa abbiamo bisogno e siamo certi che provvederai perché, come a Cana di Galilea, possa tornare la gioia e la festa dopo questo momento di prova. Aiutaci, Madre del Divino Amore, a conformarci al volere del Padre e a fare ciò che ci dirà Gesù, che ha preso su di sé le nostre sofferenze e si è caricato dei nostri dolori per condurci, attraverso la croce, alla gioia della risurrezione. Amen.

Sotto la Tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio. Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.