Papa Urbano IV e il Miracolo Eucaristico di Bolsena

Papa Urbano IV e il Miracolo Eucaristico di Bolsena

Questa è a storia di ciò che avvenne dopo, ma come sempre avviene nei grandi miracoli della fede, Gesù scelse u povero sacerdote per mostrare la potenza della Sua immensa grazia, e per poter rivelare al mondo intero, la bellezza del Corpo e sangue di Gesù Cristo.

Ma andiamo alle origini di questa festa liturgica, che non nacque da un idea di Papa Urbano ma da l miracolo Eucaristico che avvenne nel 1642, ad un giovane sacerdote di nome Pietro d’origine Boema, in visita in Italia in crisi di fede, perché non credeva che l’Ostia consacrata fosse realmente il Corpo e il sangue di Gesù Cristo.

Un giorno mentre stava celebrando messa, nella chiesa di Bolsena, avvinto dai dubbi a dalle incertezze di quell’Ostia consacrata, la particola divenne rossa e prese a sanguinare.

Il giovane sacerdote sconvolto dall’accaduto venne a sapere che Papa Urbano IV era in visita ad Orvieto, lo raggiunse e mostrò al Pontefice l’Ostia insanguinata raccontandogli l’accaduto, il Papa dall’alto del Suo Universale ministero Apostolico, non poté far altro che constatare al veridicità di quell’evento, e dichiarare che Gesù Cristo era veramente in quell’Ostia consacrata, e che il sangue scaturito dalla particola, era del Nazareno.

Oggi l’ostia del Miracolo Eucaristico è custodita nel Duomo di Orvieto, esposta alla venerazione dei fedeli.

Andrea Pagnini

 

 

 

Leggi di più:  Il Riposo di un Santo, San Giovanni Paolo II