“Perché la vostra fede non fosse fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio”

Illustrazioni Vangelo Cristian Nencioni

31/08/2020
✝DALLA LETTERA DI SAN PAOLO APOSTOLO AI CORÌNZI 2,1-5
 
Io, fratelli, quando venni tra voi, non mi presentai ad annunciarvi il mistero di Dio con l’eccellenza della parola o della sapienza. Io ritenni infatti di non sapere altro in mezzo a voi se non Gesù Cristo, e Cristo crocifisso.

Mi presentai a voi nella debolezza e con molto timore e trepidazione. La mia parola e la mia predicazione non si basarono su discorsi persuasivi di sapienza, ma sulla manifestazione dello Spirito e della sua potenza, perché la vostra fede non fosse fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio.

Parola di Dio

🕯SCINTILLA DI LUCE
31/08/2020 Dalla prima lettera di San Paolo ai Corinzi 2,1-5

“Perché la vostra fede non fosse fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio”.

🔥Sull’esempio di San Paolo, andiamo anche noi nel mondo, annunciando il Vangelo, portando Cristo… ovunque siamo, anche “nella debolezza, con timore e trepidazione”. Paolo era “sprovvisto” di tutto, non aveva alcun titolo umano. La sua predicazione non era basata su “discorsi persuasivi di sapienza”, lui portava Cristo che è il centro, che è Sapienza Vera, redenzione e santificazione. Cristo basta a RINNOVARE il mondo, basta a rinnovare quei cuori che lo accolgono e si lasciano salvare! È Dio che, in Gesù, si rivela a noi Suoi figli, perché ci vuole salvare tutti….ma non tutti purtroppo si lasciano salvare! Non ci salva né la cultura, né la legge, è Cristo che in croce ci salva!! Paolo cerca, con le parole e con la vita, di far conoscere Cristo, perché la nostra fede “non sia fondata sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio” che si manifesta attraverso lo Spirito Santo, l’incarnazione di Gesù, la Sua morte e la Sua Resurrezione.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Non basta conoscere tutta la Bibbia, occorre soprattutto conoscere e vivere il “Mistero Pasquale” di Cristo e con Lui imparare a “patire, morire e risorgere”. La morte in croce di Gesù non è “scandalo” o sconfitta, ma è manifestazione di potenza e salvezza, è manifestazione di Amore Vero di Nostro Padre verso noi figli. In questo Mistero che Paolo ci fa conoscere…, nel Mistero di salvezza di Cristo… c’è la nostra pace fratelli, la nostra vera e duratura gioia che tanto cerchiamo. Il mondo non attende la nostra cultura, attende da noi cristiani un aiuto concreto per raggiungere questa gioia, questa pienezza che si trova solo in Cristo. Se noi Cristiani l’abbiamo trovata, come Paolo… annunciamola, facciamola conoscere “con le parole e con la vita”.

Come? Invita semplicemente i fratelli ad aprire il cuore a Cristo e ad invocare lo Spirito Santo ogni giorno…. il resto dell’opera e della potenza di Dio su di te si vedrà da come si è felici dalla misericordia che si usa e dalle opere buone che si compiono. Se siamo in Cristo, il mondo lo vede! È il Signore che agisce in noi! Io non riuscivo a perdonare certe persone e ad amarle, non riuscivo a compiere certe azioni buone… Cristo invece “può tutto in noi”. Lasciamolo agire in noi e attraverso di noi! Oggi io testimonio che, anche tra le svariate prove, è in Cristo la nostra forza e la nostra felicità! Lo dico perché ho sperimentato la potenza di Dio nella mia vita. Credici anche tu!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 53 Quali sono le caratteristiche della Chiesa?
Articolo successivoSecondo il vescovo John Shelby, l’inferno è un invenzione della Chiesa
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.