“Pur essendo figlio, imparò l’obbedienza da ciò che pati'”

15/09/2020
✝ DALLA LETTERA AGLI EBREI 5,7-9

Cristo, nei giorni della sua vita terrena, offrì preghiere e suppliche, con forti grida e lacrime, a Dio che poteva salvarlo da morte e, per il suo pieno abbandono a lui, venne esaudito.
Pur essendo Figlio, imparò l’obbedienza da ciò che patì e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono.

Parola di Dio

🕯SCINTILLA DI LUCE
15/09/2020 Dalla lettera agli Ebrei 5,7-9

“Pur essendo figlio, imparò l’obbedienza da ciò che pati’, e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono”.

🔥Gesù, per ciò che pati’ nei giorni della sua vita terrena, e per l’obbedienza al Padre, divenne perfetto….pur essendo figlio, imparò l’obbedienza. Che esempio grande! Maria, nell’obbedienza a Dio, divenne perfetta, perché ha saputo unire il Suo patire a quello del Figlio Suo, che è Vero Dio. Altro grande esempio! Anche noi, carissimi fratelli e sorelle, diventiamo perfetti se obbediamo a Gesù e se uniamo ogni nostra sofferenza a Gesù.

Guardiamo i Santi…loro l’avevano capito: hanno vissuto infatti sempre nell’obbedienza e uniti a Gesù. Hanno offerto ogni avversità e martirio a Gesù. Ringrazio il Signore oggi perché con questa Parola, il Signore cerca di farcelo capire anche a noi. Cerchiamo di essere sempre obbedienti alla Parola e restiamo sempre uniti a Gesù. “Ascoltiamolo!!”… perché Gesù SALVA tutti coloro che gli obbediscono!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola
Articolo precedente3 Minuti di Catechismo – 66 Tutti sono chiamati alla santità?
Articolo successivoIl sacerdote che salutava gli angeli prima della messa
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.