Scintilla di luce della Parola

 13/02/2020
✝ VANGELO MARCO 7,24-30
 
In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto.
Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia.
Ella lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia».
Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato.

Parola del Signore

SCINTILLA DI LUCE🕯
13/02/2020 Marco 7, 24- 30

“Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia”.

🔥Alla richiesta della donna Gesù interviene. Gesù libera la figlia della donna straniera perché vede la grande fede di questa donna e la sua voglia di “creare una relazione nuova con Lui.” Il Signore ci mette alla prova a volte per misurare la nostra fede! Alla richiesta di aiuto della donna, Gesù inizialmente risponde duramente, ma lei, sapendo che Lui è Cristo, l’unico che può intervenire su sua figlia, INSISTE, “non MOLLA”. Prendiamo esempio fratelli! La risposta della donna fa comprendere a Gesù che lei crede in Lui…e subito Gesù interviene. Anche solo con un comando di Gesù a distanza, il demonio fugge!!

Che potenza grande! Davanti alle difficoltà, alle prove della vita, alle delusioni che ci portano a perdere la speranza… NON molliamo MAI, continuiamo a bussare al cuore di Gesù che è potente! Lui può tutto, ma vuol vedere in noi la fede. Non c’è Miracolo che non può compiere, ma a volte Gesù ci porta a tirar fuori la Fede perché la preghiera non è un “rito magico” e neanche un comando fatto a Dio con ricatto! Crediamo in Gesù e pronunciamo spesso il suo NOME che è Potenza, Gesù è POTENZA…. e a volte, BASTA pronunciare il Suo nome e si è liberati. È Lui che anche solo con lo sguardo guarisce, ma noi, ci lasciamo guardare da Gesù? ANDIAMO da Lui, perché quando andiamo da lui, Gesù comunque ci guarisce: nel corpo, forse nello Spirito e/o ci libera! Lui sa come intervenire! FIDIAMOCI di Lui e della guarigione che ritiene prioritaria in noi, ma una cosa è sicura: Lui solo dà una “guarigione completa”, non dobbiamo aspettare altri! Se credessimo in Gesù, nella Sua potenza
… come la donna straniera…ci sarebbero più liberazioni e più guarigioni!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl Credo della Famiglia SANTA
Articolo successivoChe cos’è la morte per i cristiani?
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.