Scintilla di luce della Parola

 22/02/2020
✝DALLA LETTERA DI SAN PIETRO APOSTOLO 5,1-4

Carissimi, esorto gli anziani che sono tra voi, quale anziano come loro, testimone delle sofferenze di Cristo e partecipe della gloria che deve manifestarsi: pascete il gregge di Dio che vi è affidato, sorvegliandolo non perché costretti ma volentieri, come piace a Dio, non per vergognoso interesse, ma con animo generoso, non come padroni delle persone a voi affidate, ma facendovi modelli del gregge. E quando apparirà il Pastore supremo, riceverete la corona della gloria che non appassisce.

Parola di Dio

SCINTILLA DI LUCE🕯
22/02/2020 Dalla prima lettera di San Pietro Apostolo 5, 1-4

“Pascete il gregge di Dio che vi è affidato…. facendovi modelli del gregge”

🔥 Oggi voglio rivolgere qualche mio pensiero ai Sacerdoti. Con molto rispetto, a voi dico: sono vostra figlia e da voi posso solo apprendere. Come il pastore del gregge, il Signore ci chiama, chiama soprattutto voi Sacerdoti, ma anche noi genitori, laici, missionari… e tutti i Battezzati, a pascere il Suo gregge. È grande la responsabilità! Il “gregge” è tutto il Popolo di Dio che Lui ama e per cui Cristo ha dato la vita. Perché dico soprattutto voi Sacerdoti? Perché erroneamente, qualche pecorella del gregge di Dio, ha voi come Modello di vita cristiana da seguire, anziché Cristo, il Santo Pastore per eccellenza! Voi, come noi sposi, non sempre però siete “perfetti pastori”, seppure siete preziose creature nel nostro percorso di vita di iniziazione Cristiana, scelti ed “Unti” per volere di Cristo.

Con Amore fraterno, da sorella vostra in Cristo, offro la Santa Messa ogni giorno per voi perché riconosco il potere conferitovi da Cristo, di rendere presente nella Messa il Cristo, il Salvatore, che si sacrifica per il Suo gregge. Vi ringrazio, perché senza di voi, non possiamo rivivere ciò che è avvenuto sulla croce, sul Golgota… e non possiamo essere “nutriti”. Riconosco anche in voi il prezioso dono ricevuto di perdonare, nel nome di Cristo, i miei peccati….i nostri peccati, dando la possibilità a ciascuna pecorella di venire rinnovata nella Grazia di Dio. Siete nel mio cuore tutti, perché a vostro modo, vi impegnate a “pascere il gregge” e per voi OFFRO ogni sofferenza fisica e spirituale, perché lo facciate in “Santità e Giustizia.” Con voi oggi mi inginocchio umilmente davanti a questa Parola, e sento di dirvi ancora: “siate modelli del gregge!”.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

La stessa cosa il Signore chiede a me, a mio marito… e a tutti gli Sposi Cristiani. Sia voi Sacerdoti, che noi Sposi nel “Sacerdozio regale”, CERCHIAMO di essere “MODELLI” per i nostri figli e per tutti i figli di Dio che sono le pecore del gregge di Dio che ci viene affidato. Per riuscirci, teniamo fisso lo sguardo su un Pastore Santo, Gesù Cristo, per non rischiare di dare per modello noi stessi e non Cristo! Per riuscirci, occorre ancora, un’ “INTIMA COMUNIONE” con Gesù nostro Pastore per eccellenza, che ha lavato pure i piedi ai suoi Apostoli. Cerchiamo di essere “umili servi” nella Sua vigna, ed ogni azione sacerdotale: predica, educazione… RIFLETTA sempre il MISTERO di Cristo che “MUORE” per RIDONARE la vita. Oggi la Chiesa ha bisogno di “Profeti dell’amore”! Le Parrocchie, o le famiglie, non siano giardini privati, perché appartengono a Dio!

Con l’ esempio insegnamo a pregare ad ogni pecorella, e non diamo solo nozioni teologiche, quasi fossero “compiti per casa”…senza verificare poi quanto si è compreso. È così che si sorveglia il gregge di Dio affidatoci?Tutto si faccia poi volentieri, con Amore, con pazienza, cordialità… NON tristi, stanchi, burberi…quasi fossimo costretti. Bruciamo questi sentimenti, se ci sono, al “Roveto ardente” che ci insegna ad essere Veri pastori… MODELLI del gregge! Desidero infine ricordare l’esempio del Santo curato d’Ars: “ADORARE Dio nella Verità e guidati dallo Spirito Santo”… Solo così, Sacerdoti e Sposi, per me, potremo essere: PASTORI secondo il cuore di Dio, autentici modelli per il gregge!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl monastero delle Carmelitane diventa un pronto soccorso per le anime
Articolo successivoDon Giussani: quindici anni in Cielo e una presenza più che mai viva
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.