Scintilla di luce della Parola

04/03/2020
✝ VANGELO LUCA 11,29-32

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire:

«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.

Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone.
Nel giorno del  giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona».

Parola del Signore

SCINTILLA DI LUCE🕯
4/03/2020 Luca 11, 29- 32

“Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Ninive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno…. ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona”

🔥Chi è più grande di Giona? Gesù Cristo, il nostro Salvatore. Come Giona fu un segno per gli abitanti di Ninive, così anche Gesù lo sarà per questa generazione. Ma noi prendiamo sul serio Gesù? Gli abitanti di Ninive sì, risposero positivamente alla predicazione di Giona e credettero al “segno di Giona”.

Quale segno? Giona, quando trasgredi’ al comando di Dio di predicare a Ninive, fu gettato in mare dai marinai e venne ingoiato da un grande animale marino. Non muore, rimane per tre giorni nel ventre dell’animale e poi viene vomitato vivo e sano. Dopo questo segno di salvezza, Giona si converte, obbedisce a Dio e ritorna a Ninive. Qui predica la penitenza e la conversione nella città di Ninive, dove c’è disordine, poca fede e vita di peccato.
Ninive si converte. Noi, alla predicazione di Gesù invece, come rispondiamo? Tutto ciò a cui assistiamo ci porta a pensare che Gesù non si sbaglia quando dice che siamo “una generazione malvagia” che cerca “segni”. Fratelli, CREDIAMO alla Sacra Scrittura, crediamo al Vangelo! Abbiamo già tanti segni oltre quello di Giona: c’è la predicazione di Gesù, i Suoi miracoli… che sono un SEGNO della grandezza di Gesù che libera dalla schiavitù del maligno e guarisce, a volte fisicamente, a volte anche solo psicologicamente. La verità è che chi non vuol vedere né ascoltare, non vedrà MAI e non ascolterà MAI l’ANNUNCIO di salvezza e di Amore del Padre.

Leggi di più:  "Ma nel mio cuore c'era come un fuoco ardente, trattenuto nelle mie ossa"

Oggi questa generazione vede solo ciò che vuol vedere e pure gli abitanti di Ninive si ribellerebbero se fossero vivi! Ma noi cristiani, cosa facciamo? Ci ribelliamo? Preghiamo per noi e per coloro che non credono! Facciamo penitenza, chiediamo perdono per noi e per loro..e digiuniamo! La Madonna ci dice che con la preghiera e il digiuno si possono fermare pure le guerre! Preghiamo Gesù, ADORIAMO le Sue piaghe, il Suo preziosissimo Sangue. Preghiamo Dio Padre presentando i meriti di Gesù, la Sua dolorosa passione chissà che Dio non cambi, si ravveda, deponga il suo ardente sdegno e noi non abbiamo a perire”? Dio si ravvide e salvo’ gli abitanti di Ninive. Convertiamoci, chiediamo perdono, forse Dio si ravvederà anche per la nostra generazione in preda alle guerre, al “coronavirus”, agli idoli mondani e alla fame di potere. Preghiamo fratelli, preghiamo!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLa potenza della preghiera del rosario e il digiuno
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – Centotrentunesimo Numero
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.