Scintilla di Luce della Parola

0
108

Scintilla di Luce della Parola

16/05/18
GIOVANNI 17, 11b-19

In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:]
«Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi.
Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia. Io ho dato loro la tua parola e il mondo li ha odiati, perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Non prego che tu li tolga dal mondo, ma che tu li custodisca dal Maligno. Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella verità. La tua parola è verità. Come tu hai mandato me nel mondo, anche io ho mandato loro nel mondo; per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità».

Gv 17,11-19
“Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. Consacrali nella Verità. La Tua Parola è verità.”

🔥Cosa vuol dire Gesù, rivolgendosi al Padre, mentre dice che siamo “nel mondo ma non di questo mondo” come Lui? Nel Battesimo, cari fratelli, la Trinità è in noi ma non sempre si ha la consapevolezza di questa realtà che ci rende “Creature nuove”… che ci rende “cittadini del cielo” pur essendo nel mondo!! Dobbiamo sviluppare e far crescere una relazione vitale con la Trinità… dobbiamo vivere una relazione vitale con Gesù e far sì che Lui, già in noi… ci “POSSEGGA” e ci guidi nel mondo ad essere come Lui: “non del mondo”. Come si fa ad essere in questo mondo ma non del mondo? Ce lo dice Gesù che intercede presso il Padre dicendo: ” Consacrali nella Verità, la Tua Parola è Verità”. Gesù è il Maestro, oggi con questa Parola ci esorta a seguire Lui: via, Verità e vita. Ci esorta ad Ascoltare e Mettere in pratica la Sua Parola, il Vangelo che è Verità, solo cosi saremo distaccati dai nostri IDOLI TERRENI: le sicurezze bancarie, la professione, gli affetti familiari, il potere e i beni terreni, le relazioni mondane che ci gratificano mentre spesso, ci mantengono schiavi di questo mondo…,solo con la preghiera che ci unisce a Gesù, la Parola e i Sacramenti riusciamo a mettere Dio al primo posto. È il primo comandamento!! Ma cari fratelli, non dobbiamo temere di perdere tutto. La Parola ci esorta ad imparare ad essere cittadini del cielo ma non ci dice di lasciare il mondo. Gesù intercede presso il Padre perché ciascuno sia custodito dal maligno, dai vizi, dalla vita mondana…

Iscriviti alla nostra NewsLetter