Scintilla di luce della Parola

16/03/2020
✝ VANGELO LUCA 4, 24-30

In quel tempo, Gesù [cominciò a dire nella sinagoga a Nàzaret]: «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidóne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Elisèo, ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro».
All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costrita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.

Parola del Signore

SCINTILLA DI LUCE🕯
16/03/2020 Luca 4,24 -30

“Nessun profeta è bene accetto nella sua patria… ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino”.

🔥Gesù passa tra la gente, tra i suoi nella sua patria e si presenta “NON nascondendo” la sua vera identità, ma non lo accolgono. Gesù è dunque portato ad affermare che “nessun profeta è bene accetto nella sua patria” e ricorda inoltre a tutti “i miracoli accordati ai pagani disponibili al riconoscimento di Dio”. Ricorda la guarigione della vedova di Sarepta di Sidone e quella di Naaman, ma ciò ACCRESCE lo sdegno del suo popolo. Anche noi oggi, all’udire questa Parola, ci sdegnamo? Accogliamo Gesù, o banalizziamo questa Parola, considerandola una storia… bella storia…ma “del passato”? Carissimi, la salvezza di Gesù è un ETERNO PRESENTE! Gesù, attraverso i Sacramenti e la Parola, viene ancora oggi tra noi, dentro di noi. Gesù è VIVO, Risorto! Lui può compiere, attraverso la Parola e l’Eucaristia, ANCORA gli stessi prodigi in ciascuno di noi! Siamo disponibili ad accogliere Gesù?Partecipiamo all’Eucaristia, ASCOLTIAMO la Parola e viviamo i Sacramenti? Siamo forse anche noi tra quelli che vogliono “gettare giù” Gesù? Gesù passa tra noi, Lui è in cammino…siamo noi che perdiamo le opportunità! Fermiamo Gesù, APRIAMO il cuore a Lui, se lo INVOCHIAMO, Lui si ferma nella nostra vita… nella nostra casa e “cena con noi e noi con lui”. Non ignoriamo Colui che può salvarci, Colui che può guarirci!

Leggi di più:  Gesù Cristo Crocifisso, il Re "Buono" donato dal Padre

La nostra attenzione è più al male attorno a noi e meno al bene, meno alla salvezza che Gesù ci propone in Lui, sicché restiamo sempre delusi e malati. Padre Matteo La Grua, prete esorcista, durante le catechesi, ricordo che ci diceva che nelle grandi difficoltà, nei problemi di salute… quando ci sentiamo scoraggiati… dobbiamo guardare meno al male e “più al bene, lodando Gesù,” SOLO COSÌ OGNI MALE va VIA! Ci diceva di aumentare la nostra lode e l’invocazione dello Spirito Santo invece di stare tristi e depressi! Basta piangere, la salvezza è tra noi! Riconosciamola, accogliamola e facciamone tesoro… poi non tratteniamola per noi! Coraggio, Gesù si vuol prendere cura ancora oggi di noi! Lasciamoci amare e invece di restare immersi nelle paure e nelle preoccupazioni, preoccupiamoci di guarire! Questa è la via che consiglio: lodare Gesù…il Suo Nome è guarigione e liberazione. Ascoltiamo la Parola quotidiana e partecipiamo all’Eucarestia ( anche attraverso la tv o la radio se non si può di presenza).

Per l’emergenza del momento ricordo inoltre di obbedire alle indicazioni del Governo! Con la PREGHIERA e con il rispetto delle norme di prevenzione che ben conosciamo, CON la GRAZIA di DIO, riusciremo a vincere ogni battaglia! Non ci scoraggiamo, combattiamo INSIEME “cercando di agire” con responsabilità e COSCIENZA, per noi e per l’umanità!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteMonsignor Domenico Pompili: Quaresima in Quarantena
Articolo successivoFlorence Nightingale, la fondatrice della “Croce rossa”
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.