Scintilla di luce della Parola

 19/11/19
✝VANGELO LUCA 19,1-10
 
In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand’ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là.

Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «È entrato in casa di un peccatore!».

Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto».

Gesù gli rispose: «Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch’egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell’uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
19/11/19 Luca 19,1 -10

“Ecco Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto”.

🔥La soluzione dei nostri problemi non è “qualcosa”, ma è qualcuno che si chiama Dio-Trinità! Oggi l’affermo come testimonianza! Non è facile però capirlo, e per qualcuno è addirittura INACCETTABILE, tanto che continua instancabile a cercare la soluzione alle proprie ansie, angosce, malinconie… ma non trova risposte, né nell’uomo né nelle cose. Anche Zaccheo, come me in passato, era sempre INQUIETO. Rubando, aveva tanti soldi, ma non gli bastavano mai, cercava qualcosa oltre i soldi, cercava l’infinito. Oltre al suo problema spirituale, doveva fare i conti con il problema fisico. Essendo piccolo di statura, doveva trovare una soluzione per incontrare Gesù, perché sentiva questo desiderio. Cercava una soluzione non solo al problema dell’altezza, ma anche al fatto che non voleva essere visto da nessuno, come se cercare Gesù e pregare, fosse una vergogna!

Leggi di più:  "Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità"

Oggi purtroppo pregare è considerato per qualcuno “cosa da religiosi” e “da vecchi”. Non è così! Giovani, a voi oggi soprattutto mi rivolgo: siete spesso eterni insoddisfatti negli studi, con il lavoro, in amore, delusi da tutti e da tutto. Come Zaccheo, “TROVATE una SOLUZIONE….ma cercatela dov’è veramente! Testimonio che è “nella preghiera” che spesso “snobbate ingiustamente”. Sono stata adolescente anche io, e come voi ho vissuto questa malinconia, che io definisco “la voce e la carezza del Padre”. Grazie a questo “vuoto interiore” mi sono messa alla ricerca e ho trovato pace “solo in Dio”. Le ho provate QUASI TUTTE, ma come Zaccheo poi ho cercato di incontrare Gesù.

Quando ciò è accaduto, la mia vita è cambiata, come per Zaccheo che “ha restituito quattro volte tanto”. Gesù ci fa rendere conto degli errori commessi e dei “nuclei di morte” che albergano in noi, perché il maligno attacca molto i giovani… con l’accidia e con tante distrazioni che allontanano dalla Verità. BASTA cari giovani, fidatevi di me che vi parlo da mamma: “L’ACCIDIA si VINCE con la PREGHIERA!” Gesù vi aspetta e scoprirete che è la soluzione che tanto cercate e di cui avete veramente bisogno!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteQuali sono i diversi nomi di Dio e che cosa significano?
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – Centosedicesimo Numero
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.