Scintilla di luce della Parola

 25/03/2020
✝ VANGELO LUCA 1,26-38

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

Parola del Signore

SCINTILLA DI LUCE🕯
25/03/2020 Luca 1, 26- 38

“Nulla è impossibile a Dio”.

🔥Maria, nel suo essere “creatura umana”, si pone degli interrogativi, è turbata e chiede: “Come è possibile?”, ma l’Angelo la rassicura dicendole che “lo Spirito Santo scenderà su di Lei ed opererà ciò che Dio vuole”. Aggiunge alla fine anche che “nulla è impossibile a Dio”. Maria CREDE alle parole dell’Angelo e risponde: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto”. Che esempio grande abbiamo fratelli! Pensate a quanto tempo Maria ha ragionato sulle parole dell’Angelo….. solo alcuni secondi…e si è fidata dicendo subito: “Eccomi!”. Per credere che a Dio “nulla è impossibile” ci vuole FEDE che è “ABBANDONO totale”. Crediamo noi che guariremo? Crediamo noi che, io o quella persona, si convertirà? Crediamo noi che Dio può fermare una guerra, un terremoto o una pandemia? …Pensate che Dio non possa? A Dio NULLA è IMPOSSIBILE, ci dice oggi la Parola! Il problema è invece che forse noi non siamo così bravi come Maria ad ABBANDONARCI alla volontà di Dio….forse perché ci spaventa conoscerla!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Il vero abbandono ci suggerisce che non è indispensabile conoscerla, si deve lasciar fare a Dio, sull’esempio di Maria, che si abbandona e dice soltanto: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto!”. Maria certamente non aveva subito chiaro il progetto di Dio, ma ha detto “Eccomi”! Non cerchiamo dal Signore risposte, segni, profezie… CONSACRIAMO il nostro cuore a Maria Santissima e a Dio, e FIDIAMOCI senza voler sapere prima cosa accadrà, cosa Dio deciderà, se finirà questa pandemia o non finirà. Ci deve consolare solo il fatto che:
1) A Dio “nulla è impossibile”, cerchiamo piuttosto di convertirci facendo la SUA volontà!
…e che
2) Dio non ha mai abbandonato i Suoi Figli, si prenderà come sempre cura di noi nel modo però che Lui solo sa e saprà! La nostra meta è, e deve essere il CIELO e Dio vuole più di noi che lo raggiungiamo, FIDIAMOCI di Dio! Diciamo solo: “Eccomi!”….il resto facciamolo fare a Lui, tanto a cosa serve piangere, disperarsi, aver paura? La nostra vita “è da sempre e per sempre nelle mani di Dio!” Forse qualcuno ancora non l’ha capito! Noi Cristiani ce ne ricordiamo? Cerchiamo di mantenere il nostro cuore puro, libero da ogni idolo e male, perché solo così, “ANDRÀ veramente TUTTO BENE”! A Dio nulla è impossibile, fidiamoci della Sua Misericordia, del Suo Amore per noi…. ma non ne approfittiamo! Accettiamo sempre la volontà di Dio come Maria!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedente“Madre della consolazione”, un canto a Maria nato da una febbre
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – Centotrentaquattresimo Numero
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.