Scintilla di luce della Parola

 05/04/2020
✝DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA 50,4-7

Il Signore Dio mi ha dato una lingua da discepolo, perché io sappia indirizzare una parola allo sfiduciato. Ogni mattina fa attento il mio orecchio perché io ascolti come i discepoli. Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio e io non ho opposto resistenza, non mi sono tirato indietro. Ho presentato il mio dorso ai flagellatori, le mie guance a coloro che mi strappavano la barba; non ho sottratto la faccia agli insulti e agli sputi. Il Signore Dio mi assiste, per questo non resto svergognato, per questo rendo la mia faccia dura come pietra, sapendo di non restare confuso.

Parola di Dio

 🕯SCINTILLA DI LUCE
5/04/2020 Dal libro del Profeta Isaia 50, 4-7

“Ho presentato il mio dorso ai flagellatori, le mie guance a coloro che mi strappavano la barba; non ho sottratto la faccia agli insulti e agli sputi…. Il Signore Dio mi assiste”.

🔥Il Signore ci assiste sempre, non dimentichiamolo MAI! Ogni giorno il Signore ci fa una proposta Nuova di vita. Ogni mattina noi ascoltiamolo come i discepoli! Perché dobbiamo ascoltarlo? Perché impariamo da Lui, l’unico Maestro, ad “indirizzare una parola allo sfiduciato”. Ascoltiamolo, perché è Lui che ci insegna a superare “OGNI PASSIONE”… Ascoltiamolo perché è Lui che ci indica la VIA per riuscire a “presentare il nostro dorso ai flagellatori” e “le guance a coloro che ci vogliono strappare la barba”! Senza di Lui, senza la Sua FORZA che mi viene ogni mattina dalla preghiera, dalla Santa Messa ogni giorno… dal Rosario, dalla Coroncina della Divina Misericordia…. posso cadere nella tentazione di sentirmi “schiacciata”, soprattutto in questa dura prova….

Senza la FORZA che mi viene dalla contemplazione quotidiana della PAROLA… e senza guardare Gesù ogni giorno, la Sua Passione, la Sua Risurrezione…. senza la FORZA che mi viene dalla Comunione quotidiana con la Trinità, io rischierei di “sottrarre la faccia agli insulti e agli sputi”… e fuggirei, o mi deprimerei forse, non so come reagirei, ma sarebbe certamente difficile REGGERE! Non voglio correre il rischio MAI, perché non dobbiamo sottovalutare MAI il maligno: senza Dio e la preghiera potrebbe farci veramente male! Anche il coronavirus avevamo sottovalutato, eppure sta facendo veramente tanto male! Oggi assistiamo ad una vera Passione Mondiale, ma non ci scoraggiamo fratelli! Questa Parola oggi ci dia forza: guardiamo a Gesù, non si è tirato indietro di fronte a quello che il Padre gli chiedeva. Perché? Perché l’amava. Nel Getsemani, umanamente Gesù ha detto:” Padre, se è possibile, passi da me questo calice”(Lc 22,42), ma poi ha aggiunto: “Non come voglio io, ma come vuoi tu”. Non è scappato. Noi cristiani dobbiamo AMARE come Gesù per “saper soffrire e anche morire come Gesù, con Gesù… perché, se sapremo dire anche noi “non come voglio io, ma come vuoi tu”, RISORGEREMO ANCHE come GESÙ!

Impariamo a presentare anche noi il dorso…anche quando ci viene voglia di tirarci indietro! Ascoltiamo la Parola ogni giorno, e sforziamoci di essere UNITI alla Trinità ogni giorno perché, come dice la Parola oggi: “il Signore ci assiste”, “non resteremo confusi”… perché dal Battesimo il Signore ci ha aperto l’orecchio e ci ha dato una lingua da discepolo!!Preghiamo gli uni per gli altri…perché il Signore ascolta e assiste da sempre e per sempre il Suo popolo!! Stiamo vivendo la Passione e la Morte, ma ci sarà una Risurrezione!! Sono certa che la VIVREMO!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl tradimento di Giuda
Articolo successivoGiovanni Paolo II prima di morire, salvò molti bambini dall’aborto
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.