Scintilla di luce della Parola

Illustrazione di Cristian Nencioni art

 17/04/2020
✝DAGLI ATTI DEGLI APOSTOLI 4,1-12

In quei giorni, Pietro e Giovanni stavano parlando al popolo, [dopo la guarigione dello storpio,] quando sopraggiunsero i sacerdoti, il comandante delle guardie del tempio e i sadducèi, irritati per il fatto che essi insegnavano al popolo e annunciavano in Gesù la risurrezione dai morti. Li arrestarono e li misero in prigione fino al giorno dopo, dato che ormai era sera. Molti però di quelli che avevano ascoltato la parola credettero e il numero degli uomini raggiunse circa i cinquemila.

Il giorno dopo si radunarono in Gerusalemme i loro capi, gli anziani e gli scribi, il sommo sacerdote Anna, Càifa, Giovanni, Alessandro e quanti appartenevano a famiglie di sommi sacerdoti. Li fecero comparire davanti a loro e si misero a interrogarli: «Con quale potere o in quale nome voi avete fatto questo?».
Allora Pietro, colmato di Spirito Santo, disse loro: «Capi del popolo e anziani, visto che oggi veniamo interrogati sul beneficio recato a un uomo infermo, e cioè per mezzo di chi egli sia stato salvato, sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti, costui vi sta innanzi risanato. Questo Gesù è la pietra, che è stata scartata da voi, costruttori, e che è diventata la pietra d’angolo. In nessun altro c’è salvezza; non vi è infatti, sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi siamo salvati».

Parola di Dio.

 🕯SCINTILLA DI LUCE
17/04/2020 Dagli atti degli apostoli 4,1 -12

“Questo Gesù è la pietra, che è stata scartata da voi, costruttori, e che è diventata la pietra d’angolo”.

Leggi di più:  Scintilla di Luce della Parola

🔥Ci vuole un grande coraggio e un grande AMORE come quello di Pietro per Gesù, per riuscire a gridare a tutti che “non vi è sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi siamo salvati”. Gesù è la “pietra scartata che è diventata testata d’angolo”! Non ci scoraggiamo se anche noi ci sentiamo nella Chiesa, nella società, a lavoro, forse anche in famiglia….una “pietra scartata”, perché Dio sa farla diventare “testata d’angolo” quando, come e dove vuole Lui! “Gli ultimi saranno i primi” dice Gesù …e poi ancora ha detto: “Non abbiate paura” (durante la tempesta)…sono parole che mi danno coraggio e forza, perché mi fanno comprendere che, anche se io non capisco molto di ciò che accade nella mia vita…. con le svariate prove, le sofferenze, le delusioni…. comprendo che Lui sa tutto della mia vita, e sa cosa è bene per me.

Invocando lo Spirito Santo ogni giorno, è cresciuta la mia capacità di abbandono a Dio e non ho più alcuna ansia! Il mio esempio è Gesù: era povero, ma non Gli è mai mancato nulla. Dio ha sempre provveduto a Lui. Gli ha dato dei genitori, una casa, l’affetto di una famiglia, un lavoro… “Cresceva in età, Sapienza e Grazia”, e con tutto ciò, è riuscito pure a insegnare ai dottori del tempio, a sopportare la Passione e la morte in croce…per godere poi della Risurrezione. Oggi è Re alla destra di Dio Padre, GLORIOSO Re dei Re che, nella Sua Onnipotenza e Misericordia, GUIDA un REGNO….quello di Giustizia e pace. Chi è disposto a camminare con Lui e non ha paura di essere scartato come Gesù,, avrà “anche l’opportunità” di diventare “pietra d’angolo”. Solo se si è disposti a servire come Gesù, a vivere nella mansuetudine, nella mitezza, nella Sapienza di Gesù, ma anche a vivere il Suo percorso Pasquale….. potrà godere della gioia di riscoprirsi “primo” fra chi l’ha sempre trattato da ultimo. Questo primato però, probabilmente…. NON sarà un primato di questo mondo!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteIl pensiero di Madre Teresa di Calcutta su Medjugorje e non solo
Articolo successivoPrepariamoci alla festa della Divina Misericordia
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.