Scintilla di luce della Parola

Illustrazione di Cristian Nencioni art

 19/04/2020
✝ VANGELO GIOVANNI 20,19-31

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati». Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo». Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Parola del Signore

🕯SCINTILLA DI LUCE
19/04/2020 Giovanni 20,19 -31

“Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi”. Detto questo soffiò e disse loro: “Ricevete lo Spirito Santo”.

🔥Da quando Gesù ha pronunciato queste parole, e quando ha soffiato lo Spirito Santo, si è costituita la Chiesa. Il “mandato e lo Spirito Santo,” che viene dato con “l’imposizione delle mani”, DANNO ORIGINE alla Chiesa. È Gesù che dà vita ai Sacramenti, che per me, sono la “colonna vertebrale” della Chiesa! È Gesù che comanda di Battezzare e, dicendo: “a chi rimetterete i peccati, saranno rimessi….comanda di essere strumenti di Riconciliazione. È Gesù che dice nell’ultima cena, dopo aver spezzato il pane: “Fate questo in memoria di me”. È sempre Gesù che ci INVIA…”manda” i Sacerdoti, con il Sacramento dell’Ordine, gli sposi con il Sacramento del Matrimonio… e con il “sacerdozio regale” invia anche i laici, i missionari…. Ciascuno ha un mandato specifico, attraverso lo Spirito Santo, ma con un unico obiettivo: SANTIFICARCI ed aiutare la Chiesa, i fratelli tutti, UNICO Popolo… a SANTIFICARSI!

Rimettere i peccati nel nome di Gesù e celebrare l’Eucaristia, è un compito affidato solo ai Sacerdoti, ma in comunione con Gesù, e solo NEL SUO NOME, noi possiamo essere utili, nella Chiesa, per far sì che ciascun fratello incontri Gesù e VIVA i Sacramenti che salvano! Il Padre ha mandato Gesù, ma Gesù, il Signore, MANDA NOI attraverso questa PAROLA…. così INSIEME, come la prima comunità, nella gioia… aiutandoci reciprocamente,…. CAMMINIAMO con Gesù VIVO verso la Santità! Il Maestro, ci dice la Parola oggi, è apparso “a porte chiuse ai discepoli in casa” dicendo: “Pace a voi”. Non scoraggiamoci MAI durante la nostra missione, perché Gesù ha promesso loro… ma attraverso questa Parola, promette anche a noi….di “RESTARE SEMPRE con NOI fino alla fine”. Cerchiamo di credere in Lui, alle Sue Parole! Certo, è più facile credere se vediamo, come San Tommaso, che ha toccato pure le piaghe di Gesù nelle mani, ma, la Parola ci dice oggi: “Beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!”. Io credo in Gesù RISORTO, credo che è presente nei Sacramenti e credo che la Chiesa è Una, Santa, Cattolica ed Apostolica!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

NON dimentichiamo però, cari fratelli, che per essere APOSTOLICA, “dobbiamo credere in Gesù Risorto” ed imparare prima ad essere discepoli. Difficilmente infatti si può essere apostoli, senza prima essere “discepoli” di Gesù…il maestro, che ci porta l’Amore Misericordioso del Padre, l’abbraccio del Padre. Lasciamoci riconciliare oggi, in questa domenica solenne della DIVINA Misericordia e saremo VERI CANALI di grazia santificante nel Mondo!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteNel silenzio, il coronavirus fa vittime e contagi nelle carceri
Articolo successivoTu sei bellezza, per questo sei al mondo, il progetto di evangelizzazione di Fra Matteo Della Torre
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.