Scintilla di luce della Parola

Illustrazione di Cristian Nencioni art

 24/04/2020
✝ATTI DEGLI APOSTOLI 5,34-42

In quei giorni, si alzò nel sinedrio un fariseo, di nome Gamalièle, dottore della Legge, stimato da tutto il popolo. Diede ordine di far uscire [gli apostoli] per un momento e disse: «Uomini di Israele, badate bene a ciò che state per fare a questi uomini. Tempo fa sorse Tèuda, infatti, che pretendeva di essere qualcuno, e a lui si aggregarono circa quattrocento uomini. Ma fu ucciso, e quelli che si erano lasciati persuadére da lui furono dissolti e finirono nel a. Dopo di lui sorse Giuda il Galileo, al tempo del censimento, e indusse gente a seguirlo, ma anche lui finì male, e quelli che si erano lasciati persuadére da lui si dispersero. Ora perciò io vi dico: non occupatevi di questi uomini e lasciateli andare. Se infatti questo piano o quest’opera fosse di origine umana, verrebbe distrutta; ma, se viene da Dio, non riuscirete a distruggerli. Non vi accada di trovarvi addirittura a combattere contro Dio!».
Seguirono il suo parere e, richiamati gli apostoli, li fecero flagellare e ordinarono loro di non parlare nel nome di Gesù.
Quindi li rimisero in libertà. Essi allora se ne andarono via dal sinedrio, lieti di essere stati giudicati degni di subire oltraggi per il nome di Gesù.
E ogni giorno, nel tempio e nelle case, non cessavano di insegnare e di annunciare che Gesù è il Cristo.

Parola di Dio

🕯SCINTILLA DI LUCE
24/04/2020 Dagli Atti degli Apostoli 5,34 -42

“Se infatti questo piano o quest’opera fosse di origine umana, verrebbe distrutta; ma, se viene da Dio, non riuscirete a distruggerla. Non vi accada di ritrovarvi addirittura a combattere contro Dio!”.

Leggi di più:  Apriamo le porte alla vita!

🔥Se si prova ad ostacolare un progetto di Dio, si combatte contro Dio, perché è Lui l’ideatore, anche se lo portano avanti gli uomini! Oggi voglio raccontarvi qualcosa di molto personale. Non ricordo se vi ho mai detto che sono nata la Domenica di Pasqua, intorno a mezzogiorno. Io ho sempre sostenuto e sostengo che niente accade per caso; e così a partire dalla mia adolescenza, ho sempre pensato che non è casuale la mia chiamata alla vita terrena proprio nel giorno di Pasqua.

L’ho sempre vista come una “Missione preannunciata da Dio” inconsciamente. Non è facile però capire con certezza e forse non lo capirò mai su questa terra…COME posso essere strumento di Risurrezione nelle mani di Dio. Non comprenderlo con certezza però non è tragedia per me, anzi mi impedisce di cadere nella superbia, e mi porta ad abbandonarmi umilmente a Dio OGNI GIORNO, per “non sentirmi arrivata”….per scoprire con Lui se la mia vita, quindi la mia missione progettata da Lui dal mio primo battito cardiaco in grembo, è un’ opera Sua Santa, che può permettere a chi incontro e a chi mi ascolta una conversione, una Pasqua…. cioè un passaggio dalla morte (stato di peccato) alla vita! Ogni giorno quindi INVOCO lo Spirito Santo e MI CONSACRO a Maria Santissima e alla Trinità, CHIEDENDO al Signore che “se” la mia testimonianza, attraverso il mio raccontarmi e la condivisione delle mie riflessioni (Scintille) è un’opera di origine umana, venga distrutta! “Se” invece è un’opera di Dio, non si riuscirà a distruggere e porterà i frutti che Dio solo custodisce nel cuore, frutti che probabilmente non mi sarà concesso vedere! La prima ad avere dubbi sono stata io stessa, poi il mio parroco e a seguire la mia guida spirituale.

Leggi di più:  "Detto questo, soffiò e disse loro: "Ricevete lo Spirito Santo".

Ancora oggi chiedo al Signore di fermarmi se questo progetto non è Suo! Ma come me, ANCHE CIASCUNO di VOI, può essere uno strumento nelle mani di Dio! Invochiamo ogni giorno i sette doni dello Spirito Santo, perché solo con Essi, scopriremo se i nostri pensieri, i nostri desideri e ogni nostra volontà, COINCIDE con quella di Dio. Così ho fatto prima di fidanzarmi, prima di sposarmi, prima di diventare infermiera, pur avendo altre opportunità di lavoro già pianificate. Ho sempre affidato tutto a Dio, PRIMA di partorire i miei due figli e prima di fondare il gruppo “Chiesa Domestica”. Senza invocare lo Spirito Santo, io porterei avanti solo l’opera del mio “IO” e non l’opera del mio Dio! Quest’ultima, chi potrà mai fermarla? Neanche noi stessi possiamo!! Credetemi, ho veramente subìto di tutto fino ad oggi…e per tutto, ringrazio e benedico Dio!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteSupplica che Natuzza Evolo compose all’età di 9 anni
Articolo successivoGli Angeli, in carne ed ossa, della Stazione di Napoli
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.