Scintilla di luce della Parola

Illustrazione di Cristian Nencioni art

 25/04/2020
✝VANGELO MARCO 16,15-20

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio.
Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

Parola del Signore

 🕯SCINTILLA DI LUCE
25/04/2020 Marco 16, 15- 20

“Prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno”.

🔥Don Oreste Benzi diceva: “Ciò che è semplice è infinito”. Ecco perché….comprendo…., più si è semplici come i bambini, più facilmente si incontra Dio…Più siamo piccoli e umili, più respiriamo il profumo di infinito e più lo “Riflettiamo”! La nostra Missione è quella di “proclamare il Vangelo a ogni creatura” in semplicità, nell’umiltà, “a TUTTI”, non solo agli uomini, ma a tutta la creazione.

San Francesco predicava e anche gli animali lo ascoltavano…
Sant’ Antonio di Padova, quando era a Rimini, poiché nessuno lo ascoltava, predicava anche ai pesci, e miracolosamente i pesci erano tutti fuori dall’acqua ad ascoltarlo! Sono segni che ci devono fare riflettere! I Mistici rivolgono il loro annuncio di salvezza in Gesù, in Dio, a tutta la creazione senza troppi discorsi filosofici, e senza aver cura se vengono ascoltati o no. Il vero Cristiano ANNUNCIA la salvezza in Gesù OVUNQUE, senza vergogna né presunzione, senza pretese da Dio né paura, ma con semplicità perché “nella semplicità arriva l’infinito di Dio!” I Mistici e i Martiri del passato non hanno avuto mai paura di perdere né la faccia né la vita! Penso ai Martiri dei giorni nostri: le vittime del coronavirus. Quanti Sacerdoti, medici, colleghi infermieri hanno perso la vita….erano consapevoli del rischio che correvano, ma hanno assistito “i fratelli nel bisogno” con carità fraterna, che è Amore Vero. L’ Amore è Dio, e Dio arriva prima delle parole! È l’annuncio più diretto e più Vero! Questi Martiri dei nostri giorni, non hanno giocato a fare gli eroi… per molti di loro, forse per tutti, è stata la Fede che li ha resi Eroi coraggiosi nel “prendere i serpenti”, nel “bere il veleno”( cioè continuare a lavorare…con pochi DPI) e voi pensate che hanno subìto il danno? Sono tra le braccia di Dio, sono Martiri che hanno raggiunto la loro META, hanno “finito la loro corsa”… mentre noi ancora corriamo senza sapere se arriveremo!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Chi dona la propria vita per AMORE non è MAI un perdente! Forse non tutti l’hanno data per Dio, per fedeltà al comandamento dell’Amore…. Forse non tutti erano Cristiani, ma sono stati “GIUSTI”, hanno creduto e sono stati fedeli alcuni alla loro professione, alcuni a Dio, altri al senso civico…Per questo loro CORAGGIO sono, grazie anche all’opportunità dell’indulgenza plenaria, tra le braccia di Dio… è una mia convinzione! L’ Amore è l’antidoto PERFETTO “contro ogni serpente, ogni veleno”…. l’Amore ci restituisce l’ IMMORTALITÀ! Io credo infatti che, chi dà la propria testimonianza di “AMORE VISSUTO”, si “impregna di Amore”, e prima o poi, trovandosi faccia a faccia con Dio-Amore, è più facile dire a Lui “sì” eternamente!! Anche i “non credenti, anche i più grandi peccatori…se AMANO e SERVONO “con Amore i fratelli”… prima o poi, si convertono a Cristo e si salvano!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedentePreghiera a Santa Gemma Galgani per chiedere grazie
Articolo successivoMesse interrotte: a Report interessa qualcosa?
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.