Scintilla di luce della Parola

Luca 2:40.

 30/12/18
✝VANGELO LUCA 2,41-52

I genitori di Gesù si recavano ogni anno a Gerusalemme per la festa di Pasqua. Quando egli ebbe dodici anni, vi salirono secondo la consuetudine della festa. Ma, trascorsi i giorni, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme, senza che i genitori se ne accorgessero. Credendo che egli fosse nella comitiva, fecero una giornata di viaggio, e poi si misero a cercarlo tra i parenti e i conoscenti; non avendolo trovato, tornarono in cerca di lui a Gerusalemme.

Dopo tre giorni lo trovarono nel tempio, seduto in mezzo ai maestri, mentre li ascoltava e li interrogava. E tutti quelli che l’udivano erano pieni di stupore per la sua intelligenza e le sue risposte.

Al vederlo restarono stupiti, e sua madre gli disse: «Figlio, perché ci hai fatto questo? Ecco, tuo padre e io, angosciati, ti cercavamo». Ed egli rispose loro: «Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro.

Scese dunque con loro e venne a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
30/12/18 Luca 2,41-52
“Scese dunque con loro e venne a Nazaret e stava loro sottomesso…Gesù cresceva in Sapienza, Età e Grazia davanti a Dio e agli uomini”

🔥I figli non sono proprietà di chi li ha generati; noi genitori siamo “affidatari” e li dobbiamo educare secondo la volontà di Dio che ce li ha “affidati”. Gesù stava sottomesso a Maria e a Giuseppe, ci dice la Parola. Stava con loro, Lui vero Dio, stava sottomesso a due genitori. Lavorava, studiava con loro, viveva una normale vita di famiglia e cresceva in “età, sapienza e grazia” Maria, custodiva tutto nel Suo cuore.

Sapeva che Gesù era il figlio di Dio e certe sue risposte Lei le custodiva nel Suo cuore perché sapeva che Dio, Dio solo le avrebbe fatto capire il senso di ogni Parola. Cari genitori, noi pensiamo di sapere tutto dei nostri figli. Li proteggiamo, li cresciamo, li educhiamo, li facciamo studiare ma non illudiamoci di fare “tutto,” ad un certo punto anche noi “custodiamo nel cuore certi atteggiamenti, certe affermazioni e le affidiamo a Dio pregandolo che faccia crescere i nostri figli in età, sapienza e grazia.

Questa è la mia preghiera di ogni giorno! È Lui il “genitore per eccellenza” e con Maria Ss, i nostri figli sono al sicuro. Lui li proteggerà e li guiderà al bene sicuramente meglio di noi. Noi facciamo la nostra parte con le parole, con l’esempio e con le nostre possibilità economiche per farli crescere in un clima di famiglia sano e Santo ma sempre pregando per loro perché non ci appartengono.

Sono a noi sottomessi ma educandoli alla fede in Dio, comprendiamo, noi e loro, che si è sottomessi solo a Dio! Questo è il nostro primo dovere di genitori: farli crescere in età, Sapienza e Grazia e ovviamente da soli è impossibile. Solo Dio può… servendosi di noi! Certe loro crisi nell’adolescenza, certe loro affermazioni…non sempre sappiamo cosa stanno vivendo però ci consola l’idea che Dio lo sa. Preghiamo sempre per loro e siamo uniti a Dio per crescere i nostri figli e per esperienza affermo: “verrà fuori un capolavoro, fidiamoci di Dio!”
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.