Scintilla di luce della Parola

Poiché niente è impossibile a Dio.

 MARCO 10,17-27

In quel tempo, mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti: “Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre”».
Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». Ma a queste parole egli si fce scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni.
Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». Essi, ancora più stupiti, dicevano tra loro: «E chi può essere salvato?». Ma Gesù, guardandoli in faccia, disse: «Impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile presso Dio».

SCINTILLA DI LUCE🕯
28/05/18 Lunedì
Mc 10,17-27
“Ma Gesù guardandoli in faccia disse: impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile a Dio”

🔥Ringrazio oggi, don Oreste Benzi che mi ha ricordato il pensiero di Einstein, uno dei più grandi scienziati di tutti i tempi, pensiero che oggi voglio condividere: “nell’universo c’è un intelligenza superiore tale al cui confronto il pensiero di tutti gli uomini, di tutti i tempi è assolutamente un nulla: scopo della mia vita è partecipare ad una briciola di quella luce infinita!”. Pur essendo un luminare, un ‘eccellenza, ha riconosciuto il suo limite umano davanti alla grandezza di Dio che è “L’ INFINITO” che non comprenderemo mai.

Ma Dio ha accorciato queste distanze perché ci ama da Vero Padre e come ogni padre ,vuole stare vicino ai suoi figli. In Gesù, l’ INFINITO è tra noi, siamo noi che ci perdiamo tra gli “infiniti idoli mondani”. Einstein ha compreso che lo scopo della sua vita è partecipare anche ad una sola briciola di questa luce… ci basta fratelli!! Dio non ci chiede cose straordinarie o grandi opere per avere la vita eterna. Se attingiamo anche noi a questa “briciola di luce,” non solo comprendiamo e riusciamo a vivere i comandamenti, le beatitudini, il Mistero Eucaristico, la Parola… ma con Dio, distruggiamo anche senza fare alcuna fatica, tutti i nostri “IDOLI” compresa la ricchezza che ci allontanano dall’ INFINITO. È Dio che ci viene incontro oggi. Con questa Parola ci dice che a Lui nulla è impossibile.

Se preghiamo la Trinità percorriamo il “sentiero” difficile certamente, che ci porterà alla vita eterna. Non scoraggiamoci, in quel tale della Parola, ci siamo anche noi e nel chiedere il Suo consiglio sui nostri figli, sul lavoro, su come vivere la nostra vocazione… per avere la vita eterna, Gesù ci dice: ” SEGUIMI”. È Dio che fa tutto in noi o pensiamo di poter comprare con i soldi la pace, la forza, la salute, la carriera, l’amore o la vita eterna? Solo Dio può guidarci ad una “gioia vera” in terra e in cielo. È in Lui la vita eterna e solo Lui può distruggere il nostro “IDOLO DELLA RICCHEZZA”… guidandoci al buon uso dei soldi. A Lui nulla è impossibile. Tutto è possibile a Dio!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.