Scintilla di luce della Parola

06/12/19
✝ VANGELO MATTEO 9,27-31

In quel tempo, mentre Gesù si allontanava, due ciechi lo seguirono gridando: «Figlio di Davide, abbi pietà di noi!».
Entrato in casa, i ciechi gli si avvicinarono e Gesù disse loro: «Credete che io possa fare questo?». Gli risposero: «Sì, o Signore!».
Allora toccò loro gli occhi e disse: «Avvenga per voi secondo la vostra fede». E si aprirono loro gli occhi.

Quindi Gesù li ammonì dicendo: «Badate che nessuno lo sappia!». Ma essi, appena usciti, ne diffusero la notizia in tutta quella regione.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
06/12/19 Matteo 9,27 -31

“Credete che io possa fare questo?”.

🔥Dio è pienezza di vita, Dio è gioia, Dio è Vero Amore! Tutto questo lo scopriamo quando “apriamo gli occhi”, non solo gli occhi come organi della vista, ma anche gli occhi del cuore e della mente. Possiamo infatti vedere e “non capire”, perché la nostra mente a volte è CIECA davanti alla potenza di Dio, vede solo quel che vuol vedere, vede solo ciò verso cui è attratta: divertimenti terreni, idoli, vanità, vizi, denaro, prestigio…. Gesù per questi “ciechi di mente” è un personaggio storico del passato, povero, che ha sofferto ed è morto….loro non vedono la “Risurrezione” e la rifiutano mentalmente… ” vogliono vedere realmente per credere!” Ci sono poi i “ciechi nel cuore”. La cecità spirituale per me è frutto della negazione della Verità ed è spesso opera del maligno!

Pur vedendo i miracoli fisici, pur vedendo le conversioni, le liberazioni sataniche… pur vedendo la testimonianza di molti Cristiani che, accettando le croci, i lutti o la sofferenza fisica sono felici… NEGANO la potenza di Gesù e non credono in Gesù. Questa cecità spirituale porta a negare l’ANNUNCIO VIVENTE dei Santi, dei Martiri, non solo del passato, ma anche quello dei fratelli vivi e dei nostri tempi. Pur avendo gli occhi e la vista…non è detto che si riesca a vedere la DIVINITÀ di DIO se non si riesce ad aprire mente e Cuore, cari fratelli! Come si fa per riuscire a vedere allora? Occorre fermarsi davanti a questa Parola e lasciar scendere nel cuore e nella mente la domanda di Gesù ai due ciechi: “Credete voi che io possa fare questo?” riferendosi alla guarigione.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Dalla nostra risposta, dipende la nostra vista! Se CREDIAMO infatti preghiamo….e se PREGHIAMO… lo Spirito Santo aprirà, con il dono della Sapienza, dell’intelletto e della Scienza i nostri occhi e VEDREMO in Gesù il Figlio di Dio, il Re, il nostro Signore che ci GUARISCE! Se non crediamo in Gesù, non potremo vivere la guarigione interiore e forse neanche quella fisica, ma non è colpa di Gesù. Lui infatti vuole guarire tutti, ma a tutti dice: “Avvenga per voi secondo la vostra Fede”!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteLa Santa Messa vista dalla mistica Catalina Rivas
Articolo successivoSan Nicola: l’“antenato” di Babbo Natale
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.