Scintilla di luce della Parola

10/12/19
✝ VANGELO MATTEO 18,12-14

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Che cosa vi pare? Se un uomo ha cento pecore e una di loro si smarrisce, non lascerà le novantanove sui monti e andrà a cercare quella che si è smarrita?
In verità io vi dico: se riesce a trovarla, si rallegrerà per quella più che per le novantanove che non si erano smarrite.
Così è volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
10/12/19 Matteo 18,12 -14

“Così è la volontà del Padre vostro che è nei cieli, che neanche uno di questi piccoli si perda”.

🔥Spesso camminiamo accanto a Gesù, ma non entriamo mai abbastanza nel cuore Misericordioso di Gesù, come i discepoli di Emmaus, che lo avevano accanto, ma l’hanno riconosciuto solo nella tarda serata, nello “spezzare il pane”! Noi siamo profondamente presi dalle tante preghiere…sì il Cristiano prega, forse anche molto, partecipa all’Eucaristia, dialoga con Cristo nel Sacramento della Riconciliazione attraverso il Sacerdote, durante la Consacrazione vede l’Ostia spezzarsi… ma riconosce Gesù davanti, faccia a faccia? Questa Parola mi presenta l’infinita Misericordia del Padre che manda Gesù… Egli viene tra noi in Gesù, perché “nessuno si perda”. Questa Parola mi fa entrare nel cuore di Gesù “buon Pastore”, e mi apre gli occhi al MISTERO della mia Salvezza e di quella dell’umanità! Perché? In che modo mi si aprono gli occhi al Mistero?

Perché penso che Gesù è vero Pastore, morto per TUTTI in croce, si dona nell’Eucaristia per TUTTI, perdona nel Sacramento della Riconciliazione TUTTI e ha sofferto gratuitamente e liberamente per TUTTI…”non solo” per quelle persone che sono nella Chiesa Cattolica. Come il Pastore della Parola che, anche se perde una sola pecora, NON L’ABBANDONA,(ne aveva altre novantanove)… così Gesù “va a cercarla e fa festa quando la ritrova!” Gesù NON SI RASSEGNA a perdere i Suoi figli, nostri fratelli che sono più peccatori di noi… forse nel peccato mortale!

Leggi di più:  "Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano"

La Volontà del Padre è che “neanche uno si perda” e “fa di tutto”… pure sacrificare Suo FIGLIO in croce! Gesù, dando il Suo sangue per i peccati, OBBEDISCE al Padre GRATUITAMENTE per rivelare questo Amore INFINITO del Padre verso tutti. “Non esiste Amore più grande di chi dà la propria vita per il bene dell’altro”! Gesù, anche per il fratello più peccatore del mondo, DÀ il Suo SANGUE, lascia tutto…anche la Sua vita per salvarlo! Gesù è RISORTO! Lasciati salvare, lasciati trovare se ti senti “pecorella smarrita”. Gesù ti sta cercando! Non scappare più “banalizzando la preghiera e i Sacramenti”!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteSanta Teresa d’Avila :”Nulla ti turbi, nulla ti spaventi. Tutto passa, solo Dio non cambia
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – Centodiciannovesimo Numero
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.