Scintilla di luce della Parola

Durante quella cena spezzò il pane e diede loro il vino dicendo «Questo è il mio corpo e il mio sangue che è dato per voi». Poi disse ai discepoli «fate questo in memoria di me».

 18/04/19
✝DALLA PRIMA LETTERA AI CORINZI 11,23–26

Fratelli, io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me».
Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me».
Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore, finché egli venga.

 SCINTILLA DI LUCE🕯
18/04/19 Dalla prima lettera ai Corinzi 11,23-26

«Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me…Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me».

🔥Far memoria, non vuol dire solo ricordare ma vuol dire:Ripresentare, riattualizzare il sacrificio di Gesù nel donare il Suo Corpo e il Suo Sangue. Questa “Memoria” non la possiamo fare noi nelle nostre case, ricordarlo sì ma la Riattualizzazione si ha durante l’Eucaristia, cioè in ogni Santa Messa ed avviene durante la CONSACRAZIONE tra le mani “UNTE e benedette dei Sacerdoti. Cosa accade in noi?

Non è uno spettacolo da vedere tutte le volte che siamo a Messa! Cristo “è morto una volta per tutte”, ma quel sacrificio santo si “Ripresenta” in ogni Santa Messa e noi siamo INVITATI a PARTECIPARE. Non si va a Messa, ma si “partecipa” alla Messa cioè si viene “COINVOLTI” durante la consacrazione, c’è il COINVOLGIMENTO nell’Amore di Cristo verso il Padre! Tutta la comunità cioè si unisce a Gesù nel dare lode e onore al Padre. Con la morte in croce di Gesù, si ha la massima manifestazione di questo Amore di Cristo che si “immola” per gli uomini dando il Suo corpo e il Suo sangue e noi…mangiando il corpo e il sangue versato, simbolo della Nuova Alleanza, rendiamo ancora presente questo sacrificio.

In altre parole = in ogni consacrazione Gesù NON “RI-MUORE” ma avviene la “Ripresentazione” della morte di Gesù nelle stesse condizioni di vittima, di immolato, di sacrificato in croce. Questo coinvolgimento nell’Amore si ha, non solo quando mangiamo il corpo e il sangue di Gesù, ma anche quando diciamo: <<Per Cristo, con Cristo e in Cristo a te Dio Padre Onnipotente nell’unità dello Spirito Santo ogni onore e gloria>>. In questo momento l’altare diventa il Calvario, Gesù mentre si dona “ci” unisce a sé e ci purifica con il Suo sangue e unisce la nostra offerta alla Sua per il Padre. Offriamo la Santa Messa in espiazione dei nostri peccati, per i Sacerdoti e per i bisogni della Santa Chiesa. Partecipare all’Eucaristia è la preghiera più grande che ci sia! La Vergine non si offende se scrivo queste cose anzi Lei, i Santi e gli Angeli, gli Arcangeli e le anine del Purgatorio sono ai piedi dell’Altare con noi durante la consacrazione!

Cerchiamo di dare il giusto valore al sacrificio di Gesù in croce. Quando lo comprendiamo, certamente lo viviamo e se lo viviamo bene, sicuramente lo CONDIVIDIAMO…mentre ci santifichiamo! “Cosa ci perdiamo, cari fratelli quando siamo DISTRATTI invece di essere COINVOLTI”!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.