Scintilla di luce della Parola

 12/12/19
✝DAL LIBRO DEL PROFETA ISAIA 41,13-20

Io sono il Signore, tuo Dio,
che ti tengo per la destra
e ti dico: «Non temere, io ti vengo in aiuto».
Non temere, vermiciattolo di Giacobbe,
larva d’Israele;
io vengo in tuo aiuto – oràcolo del Signore -,
tuo redentore è il Santo d’Israele.

Ecco, ti rendo come una trebbia acuminata, nuova,
munita di molte punte;
tu trebbierai i monti e li stritolerai,
ridurrai i colli in pula.
Li vaglierai e il vento li porterà via,
il turbine li disperderà.
Tu, invece, gioirai nel Signore,
ti vanterai del Santo d’Israele.

I miseri e i poveri cercano acqua ma non c’è;
la loro lingua è riarsa per la sete.
Io, il Signore, risponderò loro,
io, Dio d’Israele, non li abbandonerò.
Farò scaturire fiumi su brulle colline,
fontane in mezzo alle valli;
cambierò il deserto in un lago d’acqua,
la terra arida in zona di sorgenti.
Nel deserto pianterò cedri,
acacie, mirti e ulivi;
nella steppa porrò cipressi,
olmi e abeti;
perché vedano e sappiano,
considerino e comprendano a un tempo
che questo ha fatto la mano del Signore,
lo ha creato il Santo d’Israele.

SCINTILLA DI LUCE🕯
12/12/19 Dal libro del profeta Isaia 41, 13- 20

“Io sono il Signore, tuo Dio, che ti tengo per la destra e ti dico: “Non temere, io ti vengo in aiuto”.

🔥Il Signore non abbandona i suoi figli, perché Lui è Vero Padre! La Parola ci dice: “Io, il Signore, risponderò loro, io Dio d’Israele, non li abbandonerò”. Nella Parola si riferisce “ai miseri e ai poveri”, ma noi tutti, anche i ricchi, possiamo essere “Miseri e poveri”! La tecnologia, i vizi, gli idoli, le vanità terrene… possono impoverire i ricchi più della miseria dei Paesi poveri, e far soffrire più della “pena di non aver nulla”! Circa 30 anni fa sentivo la chiamata ad andare a Calcutta e come infermiera, consacrandomi, avrei voluto servire Dio nei poveri, ma il Signore aveva un altro progetto per me: aiutare tutti i poveri del mondo, non solo quelli di Calcutta! Non capivo come avrei potuto fare da sposata, infermiera nella mia città, tra i ricchi e non solo tra i poveri! L’ho capito stando in Adorazione della Trinità ogni giorno, e dopo anni ho compreso che i ricchi che avevo accanto a me, erano più poveri dei poveri che pure avevo accanto.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Erano più i ricchi ad aver bisogno della Parola, dell’Eucaristia e della preghiera… perché impoveriti dagli idoli, dai vizi e da Satana che, con l’uso sbagliato della tecnologia, li aveva resi suoi figli, strappandoli al Nostro Padre. Sentii forte, attraverso questa Parola ed altre, il dolore del Padre e la mia chiamata ad andare da loro… perché Dio “non abbandona NESSUNO”! C’è troppa “giusta” attenzione alla fame nel mondo, ma non dimentichiamoci di quei “figli benestanti” che non hanno il PANE di VITA ETERNA, che placa la fame di mondanità e di vizi e ci nutre spiritualmente. La Parola infatti è “cibo di vita eterna”! Dio tiene per la destra tutti e viene in aiuto a tutti i Suoi FIGLI “MALATI”….entrando nei loro cuori “ATTRAVERSO LA PAROLA”. Il problema è che spesso non ci si rende conto di essere “malati” e non si va dal medico. Esistono infatti tre tipi di malattia, non solo quelle “fisiche”, ma anche quelle “Spirituali” e “Psicologiche” che spesso colpiscono più i ricchi che i poveri. Ma Dio è Padre, conosce tutti i nostri bisogni e va Lui dai Suoi figli Malati e bisognosi, siano essi ricchi o poveri, credenti o non credenti…Dio non abbandonerà MAI nessuno!

Oggi, facendo uso della tecnologia avanzata, attraverso il telefonino che molti poveri non possono permettersi, inviando la Parola, io porto Gesù, PAROLA VIVA che nutre, consola, libera e GUARISCE tanti ricchi! Carissimi, anche voi potete inviare la Parola…Anche questa MISSIONE ci santifica…NON è meno importante del servizio a Calcutta!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteUn mercatino della solidarietà organizzato dalla Onlus Porta del Cielo
Articolo successivo«Passeggini, biberon e tanto altro ad altre dieci mamme in difficoltà»
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.