Scintilla di luce della Parola

 09/11/19
✝ VANGELO GIOVANNI 2,13-22

Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.
Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete.
Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!».

I suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: «Lo zelo per la tua casa mi divorerà».

Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere».
Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo.

Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù.

SCINTILLA DI LUCE🕯
09/11/19 Giovanni 2,13 -22

“Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere”.

🔥Gesù si è arrabbiato in Gerusalemme quando ha visto che la Chiesa era diventata un luogo dove “vendere” e non per il “culto”. Si è arrabbiato dicendo: “Portate via di qui queste cose e non fate della casa del Padre mio un mercato!”. Perché si è arrabbiato Gesù? Perché i Giudei non avevano capito nulla dell’utilizzo della Chiesa, né di Lui. Dio non abita nel Tempio. Dio nella Chiesa rimane fisicamente presente nell’Eucaristia, ma Lui non ha bisogno del tempio. L’edificio “Chiesa” è per gli uomini, è un luogo di culto, serve per riunirsi ma Dio abita nei cuori della gente, delle “Pietre VIVE” del tempio.

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Noi siamo il “tempio di Dio” (1Corinzi 3,16). Gesù stesso in Giovanni 4,23 dice: “Non si adorerà né qui, né a Gerusalemme, ma si adorerà in Spirito e Verità”, cioè si pregherà nello Spirito Santo… facendo verità alla Verità!. Dio è in noi. Dal Battesimo siamo “Tempio Santo” ad immagine e somiglianza di Gesù che ha dichiarato di essere “Tempio” che distrutto con la morte in croce, in tre giorni Dio ha fatto risorgere! Quando i giudei hanno chiesto a Gesù il segno, Gesù l’ha dato perché è morto ed è risorto e noi cristiani, quale segno diamo al mondo che sappiamo – come Gesù – soffrire, morire e risorgere? I Giudei non capivano Gesù, ma noi lo comprendiamo oggi? Ogni persona, poiché accoglie la Trinità, è “Luogo Santo” quindi: non si uccide, non si violenta, non si commettono atti impuri, non si pratica l’eutanasia ma si rispetta Dio in ciascuna persona!

Quando ci colpisce la sofferenza, la prova, la delusione.. sappiamo morire e risorgere? Oppure ci facciamo uccidere dalla depressione? Impariamo ad Adorare Dio in Spirito e Verità e anche noi daremo il segno al mondo perché….il mondo…”SI ASPETTA” la nostra testimonianza!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteSantuario Maria SS dell’Udienza Sambuca Agrigento
Articolo successivoBerlino 30 anni dopo: una grande occasione perduta
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.