Scintilla di luce della Parola

 17/12/19
✝DAL LIBRO DELLA GENESI 49,2.8-10

In quei giorni, Giacobbe chiamò i figli e disse:

«Radunatevi e ascoltate, figli di Giacobbe,
ascoltate Israele, vostro padre!

Giuda, ti loderanno i tuoi fratelli;
la tua mano sarà sulla cervìce dei tuoi nemici;
davanti a te si prostreranno i figli di tuo padre.

Un giovane leone è Giuda:
dalla preda, figlio mio, sei tornato;
si è sdraiato, si è accovacciato come un leone
e come una leonessa; chi lo farà alzare?

Non sarà tolto lo scettro da Giuda
né il bastone del comando tra i suoi piedi,
finché verrà colui al quale esso appartiene
e a cui è dovuta l’obbedienza dei popoli».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
17/12/19 Dal libro della GENESI 49, 2.8-10

“Non sarà tolto lo scettro da Giuda… finché verrà colui al quale esso appartiene e a cui è dovuta l’obbedienza dei popoli”.

🔥Da dove verrà il Messia? Da Giacobbe abbiamo una profezia: verrà dalla tribù di Giuda, dalla quale uscirà Davide, da Davide poi uscirà Gesù, il Messia. Il Signore è venuto, viene spesso e verrà sempre. Noi l’accogliamo? Viene a noi con i Sacramenti, con la Parola e attraverso i fratelli bisognosi di una nostra parola di conforto o nella sofferenza. Viene a noi nel fratello che ha bisogno di essere ascoltato, stimato da noi, preso in considerazione… Gesù è nel povero, nel profugo, è nel fratello vittima di una calamità naturale o schiavo dei vizi…. Il Signore è in ogni fratello che vive accanto a noi… il Messia non è solo in Chiesa! È nell’anziano e nell’ammalato, ma anche nel ribelle, nel fratello delinquente e mafioso..perché, anche se rifiuta la Trinità o la nega, la contiene nel suo cuore essendo battezzato! La Trinità è infatti in ogni fratello battezzato e noi dobbiamo imparare ad avere “RISPETTO” di tutti! Non è facile lo so, sento anche io fratelli il peso di questo duro compito!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Accettare i capricci dei colleghi, le calunnie ingiuste, le scelte sbagliate dei figli…si perde la pazienza a volte e si è veramente tentati di “fucilare qualcuno” e poi fuggire nel deserto! Ma guardiamo il Messia che è venuto per noi. Non ha fatto così! Lui ha perdonato, accettato, sopportato, ammaestrato pazientemente, Gesù ha AMATO VERAMENTE! Gesù è Colui al quale tutto appartiene e a cui è dovuta “l’obbedienza dei popoli”, così ci dice la Parola. Impariamo ad obbedire, incominciando dall’Amare tutti. Dio vuole questo! Incominciamo a dimenticare le offese in questo Natale e mettendo da parte ogni superbia e orgoglio, chiamiamo chi non ci chiama mai! Gesù perdona e ama! Educhiamoci al bene, al rifiuto di ogni male, alla fratellanza e all’unità! Gesù che nasce, ci insegna la virtù della pazienza, OBBEDIAMOGLI! Il Messia è già tra noi, non dobbiamo più aspettare nessuno, seguiamolo per essere felici!!
DIO CI BENEDICA 💞🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteMeditando verso il Natale: Il Verbo si fece carne
Articolo successivoapsCRISTIANITODAY.it – CentoVentesimo Numero
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.