Scintilla di luce della Parola

 12/07/19
✝VANGELO MATTEO 10,16-23

In quel tempo, disse Gesù ai suoi apostoli:
«Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe.
Guardatevi dagli uomini, perché vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell’ora ciò che dovrete dire: infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi.
Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato.
Quando sarete perseguitati in una città, fuggite in un’altra; in verità io vi dico: non avrete finito di percorrere le città d’Israele, prima che venga il Figlio dell’uomo».

SCINTILLA DI LUCE🕯
12/07/19 Matteo 10, 16-23

“Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato”.

🔥Non è facile essere cristiani, dobbiamo ammetterlo. È una lotta continua contro il giudizio della gente, contro le critiche sul comportamento della Chiesa, dei suoi ministri e spesso viene puntato il dito pure su di noi quando non ci vedono “perfetti”, dimenticando che noi stiamo vivendo la nostra “battaglia per la Santità”.Tutti siamo chiamati a vivere la stessa battaglia, anche loro che puntano il dito, ma forse però non lo sanno! Dice bene Gesù allora quando dice: “Ecco io vi mando come pecore in mezzo ai lupi…”. Sono pronti a “sbranare” tutti i cristiani ma non sanno che mentre loro ci aggrediscono, ci preparano la “scala d’oro” verso la Santità che, offrendo tutto al Signore, i cristiani SALGONO VOLENTIERI. Loro invece, mentre ci attaccano, “scendono” verso l’inferno con il falso giudizio, la poca carità e la negazione di Dio spesso!

Non scoraggiamoci fratelli e sorelle cristiani perché la Parola oggi è un TOCCASANA: “Chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato”. Io dico sempre a chi mi vede nella tribolazione a soffrire durante le svariate prove e mi chiede come faccio a sopportare, che ogni “tribolazione terrena” che subisco con le parole, con le false accuse, con il disprezzo… è una spinta verso il Paradiso. Sono Grazie SPIRITUALI che Dio permette per accelerare i tempi in questa nostra “scalata”, nella nostra “scala d’oro” verso la Santità. Questa scala è la croce. Gesù l’aveva di legno, per noi, riscattati dal Suo sangue, io la vedo d’oro perché è preziosa! In ogni sofferenza, quando “siamo sbranati”, LODIAMO il Signore e BENEDICIAMO invece di brontolare, preghiamo per chi ci perseguita e ci fa soffrire.

La sofferenza è un’occasione fratelli per santificarci! Guardiamo Gesù sulla via del Calvario: ha pregato per coloro che lo flagellavano lungo la via e in cima, sulla croce, prima di raggiungere il Padre, li ha perdonati e ha pregato per loro. Gesù come uomo ha trovato la forza nella preghiera. Preghiamo per i nostri peccati e per quelli di tutti i nostri fratelli. Preghiamo e “offriamo” per la pace nel mondo e perché cresca il vero Amore nelle famiglie e nei cuori di ciascuno. Come i Santi, “PERSEVERIAMO fino alla fine” e come è Risorto Gesù, anche noi saremo SALVATI!. Preghiamo sempre fratelli, “ogni giorno” andando anche noi nel deserto spesso. Non scoraggiamoci MAI perché la PERSEVERANZA viene ricompensata. Io già lo posso testimoniare…ma è solo un frammento, un piccolo anticipo di ciò che RICEVEREMO!!!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here