Scintilla di luce della Parola

 12/08/19
✝ VANGELO MATTEO 17,22-27

In quel giorno, mentre si trovavano insieme in Galilea, Gesù disse loro: «Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno, ma il terzo giorno risorgerà». Ed essi furono molto rattristati.

Quando furono giunti a Cafàrnao, quelli che riscuotevano la tassa per il tempio si avvicinarono a Pietro e gli dissero: «Il vostro maestro non paga la tassa?». Rispose: «Sì».

Mentre entrava in casa, Gesù lo prevenne dicendo: «Che cosa ti pare, Simone? I re della terra da chi riscuotono le tasse e i tributi? Dai propri figli o dagli estranei?». Rispose: «Dagli estranei».

E Gesù replicò: «Quindi i figli sono liberi. Ma, per evitare di scandalizzarli, va’ al mare, getta l’amo e prendi il primo pesce che viene su, aprigli la bocca e vi troverai una moneta d’argento. Prendila e consegnala loro per me e per te».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
12/08/19 Matteo 17,22 27

“Il figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno, ma il terzo giorno risorgerà”.

🔥Gesù rivela ai suoi discepoli la sua passione e morte e certamente i suoi discepoli furono molto rattristati, ci dice la Parola. È il disegno del Padre su di Lui che Gesù accetta con Amore verso il Padre e per amore nostro. È triste anche per noi la Via Crucis di Gesù, ma la Redenzione che a noi ci giunge, ci deve rendere felici e tanto riconoscenti! Dopo questo grandissimo atto di Vero Amore che si RIPRESENTA in OGNI Eucarestia, non possiamo avere fede a cuor leggero e aderire a Cristo quando ci fa comodo e quando ne abbiamo voglia. Gesù è fedele al suo Amore per noi, al suo Sì a Dio obbedendo alla Sua Volontà, gli infedeli in questa relazione purtroppo siamo noi, ogni volta che cadiamo nel peccato. Non tiriamoci indietro quando Gesù ci chiede di abbracciare anche noi la CROCE per la salvezza dell’umanità.

Non c’è Redenzione senza passare per la CROCE. La parola “redenzione” vuol dire: riportare l’uomo al suo essere primitivo, cioè come Dio l’ha creato, progettato cioè ad immagine e somiglianza Sua e non si può fare senza passare attraverso la crocifissione. Ogni volta che accettiamo la volontà di Dio di amare, di essere giusti, di perdonare…noi viviamo la “Passione” distaccandoci dalla nostra volontà, spesso diversa da quella di Dio, VIVIAMO la Morte spirituale ma anche Risorgiamo quando abbiamo vinto il peccato, sperimentando il frutto della redenzione, della PURIFICAZIONE. “OFFRIAMO” questa purificazione non solo per noi ma anche per i fratelli che non credono in Gesù.

L’esempio ci viene dal maestro che, pur essendo FIGLIO di Dio, re dell’universo, era libero, esonerato dal pagare le tasse ma, per non scandalizzare, “ha pagato per Lui e anche per noi” con la moneta d’argento che MIRACOLOSAMENTE ha reperito! Prendiamo esempio dal nostro Maestro e OFFRIAMO, preghiamo per noi e per i nostri fratelli!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.