Scintilla di luce della Parola

05/09/19
✝ VANGELO LUCA 5,1-11

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.
Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare.

Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini».
E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

SCINTILLA DI LUCE🕯
5/09/19 Luca 5, 1-11

“Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: “Signore allontanati da me, perché sono un peccatore”.

🔥Simon Pietro ha visto il Miracolo che Gesù ha voluto compiere, noi invece dobbiamo crederci per fede! Inizialmente Pietro pensa che è inutile gettare le reti perché avevano già faticato tutta la notte, ma poi…sulla Sua Parola, GETTA nuovamente le reti e si FIDA! Mi commuove sempre questa Parola perché fa sempre STRIKE in me. Abbatte le mie resistenze e forse anche le vostre, vorrei che fosse proprio così!

Leggi di più:  Scintilla di luce della Parola

Lasciamoci ancora oggi GUARIRE e consolare da questa Parola. Sui nostri problemi, sulle nostre paure e preoccupazioni, quando tutto ci sembra ormai INUTILE e superfluo perché, umanamente abbiamo fatto tutto, ENTRI con potenza questa Parola e ci faccia sentire l’invito di Gesù “a fidarsi di Lui” perché Lui ascolta SEMPRE le nostre suppliche. Si presenta a noi quando meno ce lo aspettiamo e ci dice di “gettare le reti”. Come può accadere concretamente? La sentiamo dentro al cuore una soluzione che Lui, lo Spirito Santo, se lo INVOCHIAMO, ci suggerisce. FIDIAMOCI di questa voce interiore che sarà accompagnata da una pace, da una forza soprannaturale che ci porta a FIDARCI.

Quando troviamo il coraggio di agire, questo è il momento in cui avremo “gettato le reti”! L’ho sperimentato più volte ed ho sempre avuto la risposta… ho tirato anche io sempre “le reti con i pesci”, ma la cosa che più voglio testimoniare è che, come Pietro, dopo tanti miracoli visti, mi sono sentita uno straccio, un moscerino mentre entra in una Reggia, un così piccolo essere insignificante al punto da comprendere le parole di Pietro e il gesto di Pietro mentre si gettava ai piedi di Gesù. Senti di ringraziarlo ma non ti bastano le parole, le ginocchia si piegano sole perché avverti la Sua Potenza, la Sua SIGNORIA tanto da definirti solo un peccatore! Ma Gesù, a coloro che si fidano come Pietro, perdona l’incredulità e li rende “possibili pescatori di uomini”, non solo educandoli a gettare le reti ma anche a tirarle su!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteMazara del Vallo: Santuario Maria SS del Paradiso
Articolo successivoBeato Carlo Gnocchi : portare l’Amore anche nella guerra
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.