Scintilla di luce della Parola

08/09/19
✝VANGELO LUCA 14,25-33

In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro:

«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo.
Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.
Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”.
Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace.
Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».

 SCINTILLA DI LUCE🕯
8/09/19 Luca 14, 25-33

“Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine?”

🔥 Prima di costruire una torre ci si pensa bene, perché non si vuol essere presi in giro “se non si porta a termine il lavoro”. Allo stesso modo, prima di iniziare una GUERRA, si valuta bene quali sono le probabilità di vittoria valutando le “FORZE” in armi, uomini, mezzi meccanici…
Per quanto noi possiamo essere INTELLIGENTI per comprendere come e quando “iniziare”, senza la SAPIENZA del cuore, si corre il rischio di sbagliare tutto. A cosa serve l’intelligenza se manca la “Sapienza del cuore”? Dio è Sapienza che parla al nostro cuore! La Sapienza è uno dei sette doni dello Spirito Santo, il primo, che guida ciascuno di noi ad agire mettendo in pratica il volere di Dio anche senza conoscerlo!!

Non fidiamoci della nostra intelligenza che è già dono grande di Dio stesso, ma se la sottoponiamo al “bagno di luce” della Sapienza di Dio, le nostre imprese riusciranno! Intelligenza e Sapienza sono infatti una coppia che spiana ogni terreno tortuoso, fa spuntare i frutti nel deserto e ridà vita ad una pianta appassita perché è “espressione concreta” della forza soprannaturale di Dio! Genitori, nelle scelte di famiglia per i figli, se umilmente presentiamo a Dio i dubbi che la nostra intelligenza individua, invocando la Sapienza di Dio, chiedendo aiuto alla Trinità e a Maria Santissima, la perplessità svanisce e si scelgono vie che si rivelano, forse non subito, essere quelle giuste per il bene della persona e di tutti. Sacerdoti, nelle decisioni da prendere in Parrocchia, invocate la Sapienza di Dio? E tu giovane, presenti la tua fidanzata, le scelte dello studio o del lavoro alla Sapienza di Dio?

Preghiamo per i governanti di Stato e Nazioni, perché nelle decisioni da prendere per il bene mondiale, per l’Unità e per la Vita nel nostro pianeta, siano GUIDATI ed ILLUMINATI dalla Sapienza di Dio, che insieme alla loro intelligenza, insieme ai loro studi e sacrifici, PORTI all’attuazione della volontà di Dio, solo della volontà di Dio! Il Signore, con questa Parola oggi, ci renda UMILI e non ci faccia appropriare del dono dell’intelligenza, che è DONO gratuito di Dio”. A Lui ogni onore e gloria! Non possiamo far nulla senza Dio. Solo tutto ciò che si porta avanti con la Sapienza di Dio VA a BUON FINE! Stiamo attenti fratelli e sorelle!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.

Articolo precedenteL’esistenza del Peccato e Il valore della Confessione
Articolo successivoPreghiera per la Natività di Maria SS
Maria Catena Macaluso
Maria Catena Macaluso (volontaria), nata a San Cataldo (CL) nel 1972 , residente a Caltanissetta. Ragioniera, infermiera, attualmente in servizio in Ostetricia e Ginecologia, presso l'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta. Mamma di Davide di 21 anni e Chiara di 16 anni. Cresciuta a Gela fino a 14 anni. Trasferita poi a Caltanissetta dove ha completato gli studi e dove si è consolidata la sua fede e la sua scelta vocazionale al matrimonio (aveva avuto dubbi di vocazione religiosa come infermiera missionaria tra le Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta). Per anni è stata Responsabile di gruppo nel RNS e Responsabile Diocesana nel Ministero di guarigione e consolazione. Oggi, serva di Dio nella Chiesa, praticante in due Parrocchie nella diocesi di CL, volontaria in due case di riposo, serva con il marito nel gruppo della tenerezza "Aquila e Priscilla". Responsabile del gruppo Chiesa Domestica, attualmente in fase di approvazione ecclesiale. In attesa di iniziare il nuovo percorso con i fidanzati di preparazione al matrimonio.Collabora con Cristiani Today e cura quotidianamente la rubrica “Scintilla di luce della Parola” scrivendo il commento alla lettura e al Vangelo del giorno.