Scintilla di luce della Parola

 10/11/19
✝DAL SECONDO LIBRO DEI MACCABEI 7,1-2.9-14

In quei giorni, ci fu il caso di sette fratelli che, presi insieme alla loro madre, furono costretti dal re, a forza di flagelli e nerbate, a cibarsi di carni suine proibite.

Uno di loro, facendosi interprete di tutti, disse: «Che cosa cerchi o vuoi sapere da noi? Siamo pronti a morire piuttosto che trasgredire le leggi dei padri».

[E il secondo,] giunto all’ultimo respiro, disse: «Tu, o scellerato, ci elimini dalla vita presente, ma il re dell’universo, dopo che saremo morti per le sue leggi, ci risusciterà a vita nuova ed eterna».

Dopo costui fu torturato il terzo, che alla loro richiesta mise fuori prontamente la lingua e stese con coraggio le mani, dicendo dignitosamente: «Dal Cielo ho queste membra e per le sue leggi le disprezzo, perché da lui spero di riaverle di nuovo». Lo stesso re e i suoi dignitari rimasero colpiti dalla fierezza di questo giovane, che non teneva in nessun conto le torture.

Fatto morire anche questo, si misero a straziare il quarto con gli stessi tormenti. Ridotto in fin di vita, egli diceva: «È preferibile morire per mano degli uomini, quando da Dio si ha la speranza di essere da lui di nuovo risuscitati; ma per te non ci sarà davvero risurrezione per la vita».

SCINTILLA DI LUCE🕯
10/11/19 Dal secondo libro dei Maccabei 7, 1-2. 9-14

“Tu, o scellerato, ci elimini dalla vita presente ma il re dell’universo, dopo che saremo morti per le sue leggi, ci risusciterà a vita nuova ed eterna”.

🔥Questa Parola oggi ci porta a meditare sulla grande fede di questa madre e dei suoi sette figli martirizzati, perché non si sono piegati agli ordini del re.
Scegliere di morire piuttosto che “NON rispettare le leggi dei Padri,” è solo opera di Dio! Solo chi ha una fede sovraumana può riuscirci! Solo i Santi Martiri ci sono riusciti, ma questo è il traguardo di ogni Cristiano! Non ci sono Santi in cielo che hanno mantenuto anche solo un piccolissimo peccato nel cuore.

Tutti hanno rifiutato ogni male e tutto ciò che offendeva Dio! Noi, come ci saremmo comportati se fossimo stati al loro posto? Pensate che non avevano ancora conosciuto Gesù, eppure amavano così tanto Dio! Noi abbiamo un’arma in più, abbiamo Gesù VIVO nei Sacramenti, abbiamo conosciuto lo Spirito Santo e la potenza dei Suoi sette doni, abbiamo l’esempio di Maria Santissima… eppure davanti alle tentazioni, non sempre si è forti come questa famiglia della Parola! Ravvediamoci fratelli e sorelle, PREGHIAMO di più per dire NO al male, per dire NO alla corruzione, all’abusivismo, alla scorrettezza e all’ingiustizia. Facciamoci aiutare dai Sacramenti e da Gesù per dire NO ai rapporti prematrimoniali, per dire NO alle “false malattie a lavoro”, NO alle evasioni fiscali, alle falsificazioni di documenti, alle false timbrature in ufficio…

È la luce di Dio che fa fuggire il male attorno a noi che ci tenta e, seducendoci, ci induce a fare il male che NON vogliamo compiere. Impariamo a RESPINGERE il male fino a dare la vita! Non rinneghiamo la nostra fede! Prendiamo le armi giuste per combattere il male: il Santo Rosario, la preghiera e i Sacramenti! Se vogliamo santificarci, impariamo a combattere, perché il maligno vuole impedircelo!
DIO CI BENEDICA💕🙏🏻
M.C.M.